Utente 179XXX
Buongiorno Dottori,
Sono stata operata di emorroidi di 3° grado con la tecnica M&M il 27 maggio scorso. L'intervento è andato bene. Dopo una notte in ospedale sono stata dimessa. Il decorso post operatorio è stato regolare e non particolarmente doloroso (forse perchè mi aspettavo qualcosa di peggio, leggendo i vari commenti sula rete). Finora ho fatto 2 visite di controllo: la prima ad una settimana dall'intervento e la seconda il 13 giugno scorso; in entrambe il chirurgo ha riscontrato che era tutto regolare evidenziando che l'ano era elastico. Ho seguito tutte le indicazioni che mi sono state date alle dimissioni compresa la dieta ricca di acqua e di fibra, anche se il mio problema non era dovuto alla stitichezza.
Questa mattina una cosa che non mi era mai successa.
Come è mia abitudine, dopo colazione ho lo stimolo per andare in bagno e qui iniziano i dolori...ho lo stimolo, sento le contrazioni all'addome ma niente da fare...le feci non escono. Devo spingere come non mi è mai capitato di spingere, per avere un risultato alquanto misero: pochissime feci, per non dire quasi nulla, e in compenso, ho una perdita di sangue che non avevo più da diversi giorni.
Ho fatto avanti e indietro dal bagno per tutta la mattina ma con lo stesso risultato: stimolo, contrazioni, spinte, dolore, sangue ma nulla di quello che avrebbe dovuto esserci.
Sfiancata dalla stanchezza e dal dolore, anche se sentivo ancora degli stimoli a livello anale (come se le feci premessero per uscire: in efffetti non mi ero scaricata) mi sono sdraiata sul divano e ho dormito.
Vorrei chiedere se, secondo voi, può essere un episodio occasionale o se magari ci può essere qualcosa di diverso.
Tenete conto che ho fatto 4 settimane di malattia durante le quali mi sono assolutamente riguardata e ho seguito alla lettere le indicazioni del chirurgo. Grazie della Vostra disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Credo che lo sforzo eccessivo, causato dalle feci dure e dall'intestino "pigro", possa aver causato uno stress della regione appena operata e la conseguente perdita di una piccola quantità di sangue. E' chiaro che sarà opportuno parlarne con chi l'ha operata, ma non credo che l'episodio possa essere considerato grave.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com