Utente 283XXX
Buongiorno Dottori, vi scrivo in merito ad un pesante sfogo di acne in età non più adolescenziale (30) che mi sta dando non pochi fastidi oltre che a livello psicologico in quanto non tende a migliorare.
Ho iniziato ad avere uno sfogo maggiore da agosto, durante e dopo il mare, in una zona del petto circoscritta. Qui già ne avevo anche prima, ma non c'è mai stato verso di liberarmene, nonostante la detersione 2 volte a giorno. In seguito sono comparsi, dove da anni e anni non ne avevo più, sul viso/collo e sulla schiena.
Si presenta sotto forma di brufoli spesso rossi e irritati (spesso fanno anche male) oppure bianchi.
Solitamente ho sempre utilizzato sapone di Marsiglia per la detersione, per 2-3 volte al giorno, anche attualmente.

In ottobre, col peggiorare della situazione, sotto consiglio del farmacista ho utilizzato per circa un mese un detergente senza schiuma (non ricordo più il nome) 2 volte al giorno, e Glicosal (acido glicolico e salicilico) 1 volta al giorno. Li ho utilizzati entrambi solo nelle zone dove presente l'acne: viso, collo,
Il problema è che il detergente non detergeva molto, nel senso che mi lasciava la pelle grassa dopo poco tempo (oleosa al tatto). E l'utilizzo di Glicosal non ha fatto altro che aumentare in maniera spropositata l'acne nelle zone dove era già presente, tranne sul petto dove sono calati un po' dopo però un iniziale incremento.

Sono ritornato poi ad utilizzare solo sapone di marsiglia.
Ora ho l'acne principalmente sul viso, nella zona del mento e collo e sul petto. Visto che sul viso la pelle è proprio anche irritata, un po' arrossata e appena ne va via uno altri nuovi compaiono, io non so più che fare.
Inoltre, sia sul viso che sulla testa ho sempre dell'untuosità al tatto, nonostante i due (a volte tre) lavaggi al giorno.
Vorrei chiedervi cosa può essere il problema e come poterli ridurre. Il problema mi sta causando anche dei fastidi a livello psicologico, nel senso che mi causa disagio e frustrazione; ho a che fare con molte persone per la mia attività lavorativa, quindi l'aspetto ha una certa importanza. Ho prenotato una visita dermatologica ma sarà tra alcuni mesi, nel frattempo non so che fare; inoltre se mi vengono prescritti ancora prodotti come quelli che ho preso potrebbero poi darmi il risultato opposto come già accaduto.
Oltre alla pulizia regolare, ho un'alimentazione ricca di frutta e verdura e povera di latticini.
Vi ringrazio fin d'ora se potrete aiutarmi, ve ne sarò grato.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

l'acne è una vera e propria malattia sociale, che affligge non solo gli adolescenti ma anche ed in parte le persone adulte di ambo i sessi.

Mi permetta di dirle che lei sta sbagliando strategia: l'acne non si cura con il sapone di marsiglia né certo dal farmacista: questa patologia deve essere ben inquadrata dal dermatologo e seguita da una terapia appropriata (spesso per bocca) che segue un preciso algoritmo diagnostico terapeutico.

Solo cosi si può curare con successo

cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino, Dir. DermaCentro - Aut. Regione Lazio
Consulente Arma dei Carabinieri - Comando Unità Mobili e Specializzate
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 283XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno Dottor Laino, grazie per il consiglio, ho appuntamento dal dermatologo tra un paio di mesi e così vedremo il da farsi. Grazie, buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Bene così, cari saluti


Dr Laino
Dr. Luigi Laino, Dir. DermaCentro - Aut. Regione Lazio
Consulente Arma dei Carabinieri - Comando Unità Mobili e Specializzate
www.latuapelle.it