Utente 367XXX
Buongiorno, insieme al mio gastroenterologo stiamo indagando su quale possa essere il motivo dei disturbi intestinali che mi tormentano ormai da anni. Si tratta di gonfiore addominale, borborigmi e frequenti visite al bagno giornaliere (dalle 2 alle 6 volte circa) con feci prevalentemente molli. Dopo varie analisi tra cui la colon ( che evidenzia una leggera infiammazione) e una terapia con flagil per eliminare il dubbio di una giardia l' ipotesi del dottore è una sindrome dell' ansa stagnante motivata dal fatto che a 11 anni sono stata operata di appendice e che potrebbero essersi formate delle aderenze. È possibile secondo Voi? Considerando che i miei disturbi sono iniziati circa 10 anni dopo? Ed inoltre che collegamento c'è tra questa sindrome e la diarrea da sali biliari, visto che la prossima terapia sarà a base di normix e questran? Sono confusa....
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Tenete in considerazione anche la SIBO.
Resto a sua disposizione, cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Grazie dottore, il mio gastroenterologo parlava della possibilità di un ansa dove i batteri ristagnano e proliferano, scusi l' ignoranza ma la sibo non è simile? Sono più confusa del mio intestino chiedo scusa..

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Il meccanismo patogenetico è lo stesso ma lei non ha motivi per avere un'ansa stagnante.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Grazie, la Sua risposta è incoraggiante anche perché mi dicono che questa sindrome non è curabile, mentre la sibo? È curabile in modo definitivo o è cronica e va controllata con farmaci tutta la vita?

[#5] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
http://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1507-sindrome-sovracrescita-batterica-tenue-sibo-small-intestinal.html

Legga questo mio articolo su questo stesso sito.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Buonasera, disturbo con un'altra domanda: cercando qua e là altre informazioni sulla sibo mi sono imbattuta in pareri differenti riguardo alla risoluzione della malattia. Esistono casi di guarigione completa e definitiva oppure è una condizione sempre cronica da tenere a bada con continue assunzioni di antibiotici? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Mai sentito di una guarigione definitiva.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Buon giorno, il gastroenterologo mi ha prescritto 6 giorni di ciproxin che sto terminando oggi senza nessun significativo miglioramento. Se si trattasse di sibo sarei stata meglio?

[#9] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Impossibile dirlo con certezza.
In ogni caso la ciprofloxacina non ha dato grandi risultati nella terapia della SIBO.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la celere risposta. Il prossimo tentativo sarà con la colestramina visto che si sospetta una diarrea da sali biliari. Mi domando però , se ha come effetto collaterale la stitichezza, come capisco se ho veramente un malassorbimento dei sali biliari o se è solo un effetto avverso?

[#11] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
scherzando potrei dirle: "cosa le importa?".
In realtà la stipsi come evento avverso viene segnalata a coloro che assumono colestiramina per altre patologie.
Ricordi di assumere la colestiramina LONTANO da OGNI ALTRO FARMACO!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Ha ragione dottore il problema si risolverebbe!! Ok seguirò il suo consiglio e ancora grazie!

[#13] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Rieccomi al sesto giorno di colestiramina 1 bustina al giorno. Sono stata molto meglio fin da subito. Nella consapevolezza di non poter usare questo farmaco a vita quali altri esami o indagini fare ora? Intanto riporto l esito istologico della colon. Ileo: frammenti bioptici di mucosa ileale cn follicoli linfoidi, villi presenti normali, no allungamento delle cripte, nell'asse dei villi e nella restante tonaca propria presenza di modesto infiltrato flogistico cronico linfo-plasmocitario, nr linfociti intraepiteliali non significatico, quadro istologico aspecifico. Colon ascendente, discendente e retto: frammenti bioptici mucosa del grosso intestino ad architettura conservata, nella tonaca propria presenti edema, lieve aumento dell' infiltrato logistico cronico linfoplasmocitario,lieve eosinofilia e follicoli linfoidi. Inviterà. Quadro istologico di reattività aspecifica.

[#15] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Esame negativo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Quindi se questo farmaco mi sta facendo effetto il motivo dei disturbi che ho da quasi 20 anni è legato ai sali biliari? Cioè per qualche ragione non vengono riassorbiti e finiscono con l' irritare il colon?

[#17] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Si
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Tornerò mai una persona normale senza essere dipendente da farmaci? A questo punto che mi resta da fare? Scusi lo sconforto.

[#19] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Non l'ho visitata quindi mi fermo qui.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
Ha ragione grazie per la disponibilità, a settembre tornerò a visita dal gastroenterologo e faremo il punto della situazione.