Utente 401XXX
Buongiorno,
Nell'ultimo anno e mezzo ho sofferto di numerosi problemi uroginecologici (diagnosi di vulvodinia, con relative terapie, cistiti recidivanti), per cui la mia ginecologa ha trovato utile sospendermi la pillola yaz che mi causava secchezza. Dopo alcuni mesi dalla sospensione, tuttavia ho iniziato di nuovo a soffrire di dismenorrea e cicli irregolari (40-50 gg) a causa delle mie ovaie multifollicolari. Mi è stato quindi prescritto clositol per almeno 3 mesi e poi rivalutazione. Le mie domande sono, nel caso la terapia funzionasse, dovrei assumerlo tutta la vita (non sto al momento cercando una gravidanza) o l'effetto dell'inosotolo sarebbe duraturo anche dopo alcuni mesi di terapia?
La sua assunzione comporta effetti collaterali o assuefazione sul lungo termine (potrebbe non funzionare se in futuro cercassi una gravidanza?)?
Vi ringrazio molto per il servizio che prestate

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi permetto di dissentire dalla Collega, in riferimento alla sospensione della pillola, in quanto non desidera in questo momento una gravidanza e la pillola estroprogestinica rappresenta una terapia della sua dismenorrea, della sua irregolarità mestruale oltre che di una gravidanza in questo momento INDESIDERATA.
L'inositolo potrà assumerlo quando desidererà programmare una gravidanza.
Il problema secchezza vaginale si può risolvere con una pillola a diverso clima progestinico.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

[#2] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio molto per la gentile risposta. Ne parlerò di nuovo con la mia ginecologa.
Riguardo l'inositolo già dopo il primo mese di assunzione ho avuto il ciclo regolare a 28 giorni. La sua sospensione può portare ad una inefficacia in futuro quando desidererò una gravidanza?
La ringrazio di nuovo

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun problema, tranquilla, l'efficacia si ripristina con l'assunzione
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

[#4] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio molto per la risposta Dottore
Buona giornata e buon lavoro

[#5] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno dottore,
Le scrivo di nuovo per avere un Suo parere. Ho parlato con la ginecologa del mio desiderio di prendere una pillola anticoncezionale o comunque un metodo anticoncezionale, soprattutto per alleviare i cicli dolorosi e ovviare ai problemi di ciclo irregolare senza l'inositolo. Sto meglio per quanto riguarda la vulvodinia quindi ho il sincero timore di soffrire nuovamente di secchezza con tutti i problemi che mi aveva portato come le cistiti.
Il suo consiglio è stato quindi di provare con una pillola a base di solo progestinico, AZALIA e deciderò in attesa del prossimo ciclo.
Può questa pillola fare al caso mio? Mi ha detto che inoltre ovvia molti dei problemi degli estrogeni come il rischio di TVP, oltre che non causare secchezza.
Sono molto fiduciosa ma non vorrei ritrovarmi con i numerosi effetti collaterali che mi aveva portato la pillola precedente (secchezza, cellulite, sbalzi d'umore).
C'è qualche effetto collaterale o controindicazione importante?
La ringrazio
Cordiali saluti