Utente 309XXX
Gentili dottori,
chiedo consulto circa stato influenzale e probabili complicazioni. Esattamente 5 giorni fa ho accusato i primi sintomi, sonnolenza, tonsilla destra gonfia e dolente, così il linfonodo. Il giorno dopo ha avuto esordio la febbre fino ad arrivare a 39.5, con tosse mista, mal di gola, vomito. Il medico curante, riconosciuta una placca, mi riferisce di influenza con complicazioni batteriche, prescrivendomi dunque amoxicillina e paracetamolo. Ieri, tre giorni dall'esordio, la febbre si abbassaba, e recuperavo l'appetito. Nel pomeriggio misuravo 37.2. In serata tuttavia si è ripresentata la febbre, ed oggi al quarto giorno non registro miglioramenti. Si è aggiunto persino il raffreddore. Alle ore 13 misuro 39.4. A cosa è dovuta questa intermittenza? Mi consigliate una visita al pronto soccorso? Grazie per la disponibilità e per l'accurato lavoro

Valutazione ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Sara Lardo

20% attività
16% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2017
Buongiorno.
Assolutamente non è il caso di recarsi in pronto soccorso.
E' necessario osservare il riposo per almeno 10 giorni 8 non prendere freddo e non sottoporsi a sbalzi di temperatura). Se è tornato l'appetito vuol dire che le placche tonsillari sono in miglioramento ( deduco che lei riesce a deglutire). Prosegua l'antibiotico per un totale di sette giorni e magari si fa rivalutare dal medico curante.
Dr.ssa sara lardo