paura  
Utente 451XXX
Buonasera dottori. Cortesemente vi chiedo se mia figlia neonata di tre mesi rischia hiv, epatite c ed epatite b a seguito di un evento. Mercoledì pomeriggio mia figlia ha eseguito presso uno studio medico privato un ecografia al cranio perché prematura e fortunatamente è andato tutto bene. Quello che mi preoccupa è che la segretaria (non era infermiera) durante l'ecografia per tranquillizzare la bambina, giacché piangeva molto, ha messo sul ciuccio di mia figlia, che aveva già in bocca, dello sciroppo alle mele e poi gliel'ha rimesso nuovamente in bocca. Nel fare ciò, ho visto che la parte finale del contagocce, o dell'erogatore in cui usciva questo liquido (credo fosse più un liquido pastoso che gocce, ma non ho la certezza), ha poggiato sul ciuccio di mia figlia. Questa identica pratica sarà stata fatta alla bambina di circa un anno e mezzo entrata prima di mia figlia, così come a gli altri bambini e neonati sottoposti alla medesima ecografia ed entrati prima di mia figlia. Difatti quando eravamo in sala attesa ad attendere il nostro turno, sentivamo i pianti di questi bambini e sicuramente la segretaria avrà messo anche nei loro ciucci lo stesso sciroppo alle mele, facendo si che la parte finale del contagocce e/o erogatore entrasse, di conseguenza, in contatto con la loro saliva e/o eventuali tracce di sangue di questi bambini (contatto erogatore/contagocce su saliva/sangue presente sui ciucci).

Un contatto indiretto di tracce di saliva e/o tracce di sangue sul contagocce/erogatore di sciroppo sul ciuccio di mia figlia, a distanza di pochi minuti, l'ha esposta ad un rischio per hiv, epatite b ed epatite c? Scusate ma sono molto preoccupata e non riesco a non pensarci. Fra l'altro martedì prossimo mia figlia avrà il primo vaccino, non so se via sia anche quello per epatite b. Grazie della vostra cordiale attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
le sue ansie materne sono del tutto ingiustificate.
Riteniamo pure censurabile la condotta della segretaria di far venire in contatto il contagocce con il ciuccio di sua figlia ma di qui a temere il contagio di HIV e altre malattie virali gravi c'è di mezzo l'Oceano.
Nei nidi i bimbi si scambiano costantemente cospicue quantità di saliva: ciò li porta a contrarre le comuni malattie dell'infanzia non certamente l'HIV - l'HBV - l'HCV e quant'altro.
Del resto è l'età in cui il sistema immunitario deve allenarsi: più si allena più rari saranno gli episodi acuti quando la piccola frequenterà la scuola elementare.
In ogni caso sia assolutamente serena e passi una buona domenica.
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Dottore grazie infinite della sua gentile e cordiale risposta. Anche io avevo pensato al nido ed al fatto che lì i bambini si scambiano certe quantità di saliva, solo che proprio ieri in un sito leggevo che in Australia, mi sembra di ricordare bene, un bambino malato di epatite b aveva il brutto vizio di graffiare e prendere a morsi gli altri bambini così da averli contagiati di epatite b. Un altro caso invece è stato quello di un insegnante contagiata da un bambino mediante lo starnuto perché gocce di saliva gli sono arrivate sulla mano screpolata. Onestamente tutto ciò mi ha spaventato moltissimo. Ma allora la saliva può contagiare di epatite b? Io non mi ero mai posta il problema perché sono vaccinata, fra l'altro con un buonissimo numero di anticorpi...Ma adesso tutto ciò mi ha buttato nello sconforto totale. Se la saliva può bastare a contagiare allora anche un bacio profondo è a rischio? Da ragazza ho avuto i miei fidanzati e di baci ne ho dati però ero vaccinata per questo non ho rischiato? Basta una piccola screpolatura affinché il virus tramite saliva possa contagiare? Mia figlia ha tre mesi, secondo lei è possibile che abbia delle ferite dentro il cavo orale? Io noto che si sta portando molto le mani in bocca, forse le stanno crescendo i primi denti? O magari problemi alle gengive? Anche a non voler poggiare il contagocce sul ciuccio, facendo la prova in casa, ho visto che è inevitabile perché per arrestare la crema di sciroppo la si deve bloccare poggiando le estremità del contagocce sul ciuccio...un po' come il dentifricio sullo spazzolino.
Dottore Caldarola posso dimenticare tutto e non pensare a nulla? Sono stata già in ansia per questa visita perché essendo mia figlia prematura temevo il peggio ed invece l'ecografia è andata benissimo e la bambina sta bene...adesso mi volevo rilassare ed invece è successo tutto questo.
Grazie e mi perdoni se sto approfittando ancora della sua gentilezza.

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Signora cara,
le pare che in scienza e coscienza se sua figlia corresse qualche pericolo le avrei detto di stare tranquilla?
Lasci perdere le fesserie che si leggono in rete: lei è già ansiosa per costituzione e non ha bisogno di legna per alimentare il fuoco della sua angoscia.
Sua figlia non rischia nulla.
E' noto che l'Epatite B si può contagiare con un bacio profondo, quindi con abbondante scambio di saliva, se uno dei due partner è affetto da Epatite Cronica Attiva con alta viremia.
Non è il caso della sua bambina.
Se da ragazza lei ha avuto una normale vita sessuale essendo vaccinata è ovvio che non ha rischiato.
Chiuda questa faccenda signora: i bambini sono molto sensibili e lei rischia di trasmettere la sua nevrosi a sua figlia. Se questo avvenisse sarebbe il vero problema di cui si dovrebbe preoccupare.
cari saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Dottore Caldarola grazie con tutto il mio cuore, grazie immensamente. Dimentico veramente tutto perché lei è un super medico, molto preparato, attento e scrupoloso, quindi se dice così posso veramente tranquillizzarmi. Le auguro una serena domenica, grazie infinite.

[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Di nulla, molto gentile.
Carissimi saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno dottore Caldarola, mi scusi se la disturbo ma sono preoccupata per mia figlia di 4 mesi. La scorsa settimana è andata dalla pediatra per eseguire la visita mensile. Subito dopo che mia figlia ha fatto la visita, mi accorgo che nella parte estrema del lettino e dove purtroppo il telo di carta non lo riusciva a coprire, vi era una macchia a sfera di 0,5 mm di diametro colore marrone. Non era una macchia che aveva un spessore, però c'era, ed era sicuramente sangue perché lo riconosco. Quello che mi preoccupa molto è che nel corso della visita, che io non ho guardato perché ogni volta mia figlia piange ed a me stringe il cuore, il telo si è strappato ( la pediatra visita la bambina come se fosse un calzino), quindi è molto probabile, se non certo, che mia figlia sia stata su questa "porzione" del lettino con il rischio che abbia toccato con le manine la suddetta macchia e poi abbia messo le manine in bocca (ormai ha sempre le manine in bocca perché forse sta facendo l'ossatura alle gengive), oppure con la lingua l'abbia direttamente leccata perché è stata messa anche a posizione prona. Aggiungo un particolare: prima che entrasse mia figlia per la visita, ho visto uscire l'assistente della dottoressa dalla stanza per recarsi nella stanza adiacente e prendere dell'alcool con della carta; non solo...sentivo dalla sala attesa che il bambino che la pediatra stava visitando aveva qualche problema alla spalle. A questo punto io penso che la dottoressa lo stava medicando ed un po' di sangue sia finito sul lettino ma purtroppo l'assistente ha pulito male lasciando residui su di esso.
Dottore io le chiedo cortesemente: mia figlia di solo 4 mesi, sulla base di ciò che le ho descritto, rischia hiv, epatite c ed epatite b ( ancora ha eseguito solo la prima dose di vaccino per l'epatite b)? Sono preoccupata, non mi do pace anche perché mia figlia è entrata a fare la visita subito dopo l'uscita di questo bimbo, quindi la macchia di sangue non era lì da molto...secondo lei è necessario sottoporre mia figlia a degli esami per escludere il contagio di queste malattie infettive? La ringrazio sempre di cuore e la saluto cordialmente.