Utente 223XXX
Buongiorno,
ho 32 anni e l'anno scorso ho scoperto di soffrire di coxoartrosi bilaterale, più accentuata nell'anca sinistra. La cartilagine si è assottigliata e la testa del femore deformata...infatti le articolazioni risultano molto rigide nei movimenti.
Ho fatto le radiografie e la visita dall'ortopedico ma nessuno ha saputo darmi una vera e propria terapia da seguire.
Documentandomi su internet ho scelto di praticare sport per tenere attiva l'articolazione e ho iniziato a praticare il tai chi (consigliato in quanto un'arte marziale dolce e che corregge la postura). Faccio anche stretching dolce(da sola a casa) e cammino sempre molto, oppure faccio ciclette. Stavo anche valutando di iniziare nuoto......ormai le sto pensando tutte.

Nonostante tutto ciò non mi sembra di vedere miglioramenti in quanto il dolore a giorni alterni ritorna, e le articolazioni restano comunque rigide.
Sò che non esiste una vera e propria cura, e non voglio prendere farmaci per il dolore... Vorrei solo sapere se è normale che la situazione non migliori nemmeno un pò, pur seguendo uno stile di vita adeguato...o forse sto sbagliando qualcosa..?
Pensate che fare fisioterapia, anzichè sport, darebbe risultati migliori?
Ho sentito che a volte vengono fatte delle infiltrazioni di acido ialuronico....serve solo per il dolore o per migliorare la mobilità dell'articolazione?
Il mio intento è mantenere stabile la situazione e non farla aggravare nel tempo.

Grazie e a presto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer

28% attività
16% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Un'artrosi precoce dell'articolazione coxofemorale è in genere legata ad una conformazione dell'anca non perfetta di tipo costituzionale dalla nascita (displasia) e che nel tempo porta a un'artrosi. L'entità e i disturbi che questa comporta possono essere evidenziati unicamente a seguito di una accurata visita Clinica e le indicazioni vanno valutate da caso a caso. Il fai da te non va molto bene anche se è chiaro che prediligere del movimento dolce come il Thai Chi può essere una buona cosa. Certo la fisioterapia in un centro possibilmente con piscina e attrezzatura adeguata e seguita anche da un Fisiatra nelle prime manifestazioni dell'artrosi può allungare i tempi x un eventuale intervento chirurgico. Il consiglio è di affidarsi alle cure di un buon Ortopedico ponendogli tutte le domande che la preoccupano e che sono un suo diritto di sapere per una patologia importante e che la vedrà impeganta per un lungo periodo data la sua ancora giovane età. Ci tenga informati. L'acido ialuronico può avere una indicazione ma essendo una articolazione molto profonda deve essere eseguito in mani esperte e in un centro qualificato. Cordiali saluti.
Dr. Silvio BOER
Specialista ORTOPEDIA e TRAUMATOLOGIA
Ex Medico Sociale Hockey Club ValPellice

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per la cortese risposta....potrebbe suggerirmi lei un bravo ortopedico? Perchè non sò proprio a chi affidarmi....quello che mi era stato suggerito (non sò se posso fare qui il nome) non può fissarmi un appuntamento prima di luglio e non vorrei aspettare così tanto....
Inoltre vorrei sapere se è possibile fare della fisioterapia col pagamento di un ticket, anzichè da privato?

Grazie ancora,
buona giornata.