Utente 248XXX
Buongiorno,

premetto che sono un arrampicatore dilettante e mi alleno tutti i giorni per il "mio" sport.
Qualche giorno fa, compiendo delle trazioni a peso naturale sulle falangi di anulare e medio di entrambe le mani, l'anulare destro si è improvvisamente "raddrizzato" contro la mia volontà e ho cominciato ad avvertire male nella mano ma soprattutto nella zona inferiore dell'avambraccio. Specialmente se prendo l'anulare e lo "tiro" verso la spalla.
Sono molto preoccupato, perchè nonostante sia rimasto a riposo provo ancora un certo male nel muoverlo e caricarlo.

Il male se non carico eccessivamente è lieve, ma mi impedisce di allenarmi, ovviamente. Mi chiedo in particolare, è possibile che ci sia qualche lesione che si farà sentire "a lungo termine"? E anche, l'idea migliore è lasciare a riposo completo le braccia o eseguire qualche esercizio blando per mantenere la mobilità?

Sono fiducioso che il danno sia solo passeggero, facendo anche notare che ora come ora riesco a eseguire il movimento della trazione, anche se una sola alla volta per il male e la paura di peggiorare la situazione.

Sono consapevole di essere stato un po' "fumoso" nella mia descrizione, ma confido che qualcuno mi sappia almeno dare qualche dritta per alleviare il male e, soprattutto, la preoccupazione.

Vi ringrazio in anticipio.

Distinti Saluti
Gianni



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Per "dare qualche dritta per alleviare il male" bisogna prima aver fatto la diagnosi, e questa si ottiene con la visita diretta e con gli esami che i risultati della visita rendono necessari.
E' possibile che si sia verificata una distrazione muscolare dei flessori delle dita interessate, ma ovviamente non è possibile saperlo.
E' necessario che si rivolga a un ortopedico esperto in Patologie della Mano. Può trovare qui http://www.sicm.it/soci_ita.html gli Specialisti della Sua regione, anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, con indicate anche le strutture pubbliche presso le quali lavorano.
Solo così potrà appurare cosa è successo e quindi avere i suggerimenti appropriati al Suo caso specifico. Nell'attesa eviti di continuare a sollecitare tendini e muscoli, impedendo a una eventuale lesione di guarire.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it