Utente 485XXX
Salve dottore, circa due settimane fa sono caduta per strada causando una lussazione al ginocchio (per quanto mi hanno detto al pronto soccorso) con la semplice raccomandazione di tenere la gamba in assoluto riposo con applicazione di ghiaccio per circa 8 giorni. dopo questa settimana ho effettuato una risonanza magnetica dal quale si è evidenziato che:
- legamenti crociati e collaterali inseriti, regolari per morfologia, decorso il segnale.
- non significative alterazioni morfologiche e di segnale a carico delle fibrocartilagini meniscali.
- ROTULA SPOSTATA LATERALMENTE COME IN SUB LUSSAZIONE.
- il legamento alare laterale regolare, se pur inserito, appare assottigliato e con evidente edema peri legamentoso.
- marcato il versamento retrorotuleo con diffusione ampia nello spazio retroquadricipitale.
- modesto versamento nel comparto anteriore con marcata disomogeneità del triangolo di Hoffa.
- regolare il segnale osseo.
- non alterazioni della cartilagini di rivestimento dei capi articolare.
- T. del quadricipite e del rotuleo nel limiti.
- nulla di patologico nel cavo popliteo.

A seguito di quanto emerso, e in attesa di visita specialistica presso un'ortopedico volevo sapere a sommi capi cosa comporta quanto descritto sopra. sarà necessario effettuare un'intervento per allineare la rotula? o sarà sufficiente una buona dose di fisioterapia con annessa fascia/tutore per rafforzare i muscoli?
anticipo che io di mia iniziativa, essendo dotata a casa di apparecchio per magnetoterapia, sto effettuando dei cicli a casa per ridurre intanto l'edema. Sbaglio?
grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Vinicio Perrone

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
GALLIPOLI (LE)
LECCE (LE)
MESAGNE (BR)
NARDO' (LE)
MANDURIA (TA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
La sua storia clinica ed il referto della RMN confermano che Lei ha riportato la lussazione della rotula con la lesione del legamento alare esterno. Consigliere l'uso di una ginocchiera con pressore rotuleo. Il corretto uso della ginocchiera potrà permettere al legamento alare danneggiato di cicatrizzare correttamente senza lassità residua. Inoltre, appare corretto un ciclo di riabilitazione fisioterapica con particolare attenzione al recupero di un buon tono del quadricipite femorale. Nonostante tutto, se il legamento alare dovesse guarire male, la chirurgia ortopedica è semplice e risolutiva: mira a ridare la corretta tensione al legamento alare esterno. Auguri di pronta guarigione.
Dr. Vinicio Perrone,
Specialista in Ortopedia e Traumatologia
www.vinicioperrone.com
ric. Nardò, Lecce, Roma, Mesagne, Manduria,