Utente 402XXX
Buon giorno dottori, vorrei esporvi il mio problema.

Sono un ragazzo di 26 anni, fino a poco tempo non mi ero mai fatto una fissa minima sul pene, anche perchè le partner con cui sono stato non mi hanno detto mai nulla, e anche la mia attuale compagna con cui sto da diversi anni non si è mai lamentata, anzi abbiamo avuto sempre una vita sessuale molto appagante entrambi.

Il mio pene misura a riposo 13cmx9 e in erezione 18cmx13
Anche se so bene che le misure rientrono nel range di normalità, è per colpa della sua larghezza a riposo che a me da fastidio e in particolar modo dopo qualsiasi attività fisica noto che la grandezza si riduce notevolmente.

Per un discorso di pudicità (non mi faccio vedere nemmeno da mia mamma) e forse perchè sono un fissato sull’estetica, non mi sono mai fatto vedere nudo dai miei amici e anke quando sono negli spogliatoi mi sono sempre tenuto il costume, non sapendo che questa paura di mostrarsi in certi ambienti comuni si chiama sindrome da spogliatoio, l'ho scoperto da poco grazie ad internet.

Ora però alcune persone hanno messo in giro la voce che cè l’ho piccolo (x la storia del costume) e anche i miei amici e conoscenti che hanno creduto a queste voci, senza chiedermi direttamente questa cosa (io mi vergogno a parlarne e forse anche loro) continuano a prendermi in giro alle mie spalle e farmi battute e freciatine e mi considerano come un handicappato.
Io non so che fare, ho fatto una visita dall’andrologo che mi ha detto che le mie misure sono normali,ma visto che da quando è successo questo ho perso tutto, io voglio fare l’operazione che però mi è stata vietata sia dall’andrologo perchè puo avere effetti negativi, sia dalla mia ragazza a cui piacio così.
Ci sono rimasto male soprattutto perche tante persone a cui avevo dato tanto tempo e attenzioni, per questa cosa mi hanno fatto sentire una nullità e in poco mesi ho perso tutto quello che avevo fatto in tanti anni.

Ora mi sento cambianto, soprattutto nella sicurezza in me e non so più cosa fare, ormai ne ho parlato con mia madre,la mia ragazza mio fratello e il mio migliore amico, ma anche se il periodo più brutto in cui non riuscivo a dormire e stavo sempre male è passato, vorrei sapere se avrei bisogno di una visita da un psicologo o un sessuolo per capire il motivo di questa mia paura e insicurezza, capire perchè ho questa dismorfofobia peniena e capire come fare a superarla.

Grazie per l’attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Garbolino

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
TORRE PELLICE (TO)
CARAVINO (TO)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
in effetti credo sia necessaria una visita presso uno psichiatra esperto in psicosessuologia, in quanto è da evitare il rischio di cronicizzare la sua problematica, sapendo che è possibile intraprendere misure terapeutiche adeguate al caso.


Cordialmente.


Stefano Garbolino

Cordialmente
www.stefanogarbolino.com

[#2] dopo  
Dr.ssa Linda Pannocchia

20% attività
0% attualità
0% socialità
VIAREGGIO (LU)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Caro utente,
da quanto ha raccontato credo che il problema vada oltre e al di là delle dimensioni del suo pene e dunque probabilmente anche un'operazione (assurda) non cambierebbe la situazione.
Le consiglio una visita da uno psicoterapeuta che possa aiutarla ad affrontare il suo disagio ed evitare che si ingigantisca e peggiori ulteriormente.

Cari saluti

Linda pannocchia
Dott.ssa Linda Pannocchia
www.lindapannocchia.it

[#3] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per i consigli, anche se vorrei capire se è stato normale il mio comportamento e quello delle altre persone.
E' un problema così serio?

[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Petrosino

28% attività
4% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2001
Caro utente,il problema da te lamentato ricorre spesso tra i maschi.Spesso il maschio si confronta con il pornostar del film porno oppure peggio,qualche ragazza magari può usare con leggerezza la tipica frase:" il mio ex l'aveva + lungo".
Purtroppo gli uomini sono""Fallici""ed è difficile poter togliere dalla testa che le misure non sono importanti.
Certamente alla base del problema esiste una sensibilità tua e una "imbecillità degli amici" Se come hai detto non hai bisogno di conferme dalle donne cosa ti può interessare dei maschietti?
Inoltre ricordati che spesso peni piccoli a riposo riescono ad avere dimensioni e durezza maggiori di quelli belli grossi a riposo.
Inoltre mi permetto di dirti che pochissime sono le donne che si lamentano delle dimensioni del partner....sono molti i maschi che si preoccupano di questo.Ricordati ancora che la visione che tu hai dei tuoi genitali è una visione diversa da quella che hai tu verso altri.
E' naturale che alcuni peni a riposo sono piccoli specie per l'emozione...in attesa di una visita..per il freddo.

Vorrei solo poter davvero sdrammatizzare la cosa anche perchè se proprio vuoi sentirtelo dire......18 cm non mi sembrano pochini.

In bocca al lupo.
Dott.Vincenzo Petrosino
Salerno

[#5] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille per la sua risposta esaustiva.

Ormai sono passati diversi mesi da quando è accaduto questo e anche se ogni tanto ci ripenso, non influisce più negativamente sui miei pensieri, anzi questo avvenimento mi ha aiutato ad avvicinarmi alle persone che mi amano davvero molto e allontanare tutte quelle persone false e invidiose della mia persona e del mio modo di essere esuberante ed espansivo.

L'unica cosa è vorrei farmi passare la paura di mostrarmi nudo in fase di riposo in spogliatoi pubblici, anche se so che non ci riuscirò mai.

[#6] dopo  
Utente 402XXX

Iscritto dal 2007
Chi mi potrebbe aiutare a superare questa paura?