cardias [Chirurgia generale]

Definizione: regione di confine tra stomaco ed esofago distale: zona funzionale dell'esofago distale ove le pressioni solitamente sono elevate e tali da permettere il passaggio del cibo e non permettere la patologica comparsa di reflusso gastroesofageo (Prof. Marco Catani)

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "cardias"

  • Cancro superficiale dell'esofago: con l'endoscopia si può guarire
    Chirurgia dell'apparato digerente - Recenti linee guida e lavori scientifici internazionali “consacrano” il valore terapeutico dell’endoscopia nel trattamento definitivo del cancro superficiale dell’esofago. Si conferma, infatti, che la terapia endoscopica del tumore esofageo negli stadi iniziali (non a rischio di metastasi linfonodali), ha gli stessi risultati di sopravvivenza dell’intervento chirurgico di esofagectomia, trattamento però che è complicato da importanti eventi avversi e da non trascurabile mortalità
     
  • La gastroscopia transnasale: sempre più gradita da pazienti e medici
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - A quasi 20 anni dalla sua nascita (Shaker, 1994) la gastroscopia trans nasale (GTN) ha conquistato pazienti e medici. I pazienti, in quanto trovano tale esame per niente fastidioso e che non richiede sedazione. I medici perché hanno trovato in questo strumento una nuova possibilità per allargare le indicazioni nell’endoscopia diagnostica e terapeutica del tratto digestivo superiore.
     
  • Acalasia: un'importante causa di disfagia
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’Acalasia (=“mancato rilasciamento”) è una delle più importanti cause di disfagia (=“cattiva deglutizione”) a cui un medico deve necessariamente pensare quando il paziente gli riferisce senso di difficoltà al transito alimentare lungo l’esofago, come anche rigurgito di cibo non digerito, dolore al torace, alitosi e perdita di peso . La malattia, a genesi ancora ignota, fa si che lo sfintere esofageo inferiore (LES), uno sfintere muscolare posto all'estremità distale dell'esofago, resti chiuso durante la deglutizione ostacolando il passaggio di cibo.
     
  • Alitosi: cause e rimedi
    Odontoiatria e odontostomatologia - L’alitosi è un problema che può compromettere gravemente la vita sociale di una persona e si calcola che nel mondo circa il 50% della popolazione ne soffre. Tutti quanti noi potremmo avere questo problema considerando che difficilmente il nostro capo ufficio o i nostri colleghi o collaboratori ci diranno in faccia “ti puzza l’alito”. Ecco le cause e i rimedi.
     
  • Reflusso gastroesofageo: terapia medica o chirurgica?
    Chirurgia dell'apparato digerente - Grazie ai potenti farmaci che inibiscono la secrezione gastrica, il ricorso alla terapia chirurgica di plastica anti reflusso è ormai un'evenienza assai meno frequente che in passato. Ciò nonostante ci sono condizioni in cui il paziente chiede una soluzione chirurgica, che può essere condivisa o sconsigliata dal medico. Altre volte è lo stesso medico specialista che consiglia l’intervento chirurgico. Cerchiamo di analizzare le diverse situazioni in cui può considerata la terapia chirurgica.
     
  • Fibrillazione Atriale: considerazioni aeromediche
    Medicina aeronautica e spaziale - Il cuore di un uomo adulto normale si contrae ritmicamente con una frequenza di circa 72 battiti al minuto. Il cuore per funzionare ha bisogno di un sistema specifico di eccitazione e di conduzione ed è deputato al controllo di queste contrazioni.
     
  • Ernia iatale e reflusso gastro esofageo
    Chirurgia generale - L'ernia iatale può definirsi come la risalita di una porzione dello stomaco in cavità toracica attraverso il cosiddetto iato esofageo
     

Consulti relativi a "cardias"

News relative a "cardias"

  • Gastroenterologia 2016: cosa è successo di importante?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Il 2016 è stato un anno ricco di novita' per la gastroenterologia e questo è un riassunto ed una selezione delle piu' significative 1) Un trial randomizzato ha confermato l' efficacia del trapianto di feci per curare le infezioni recidive da Clostridium Difficile, patologia in aumento esponenziale.I casi trattati con successo sono risultati essere il 91% rispetto al 63% ottenuto con  [continua...]
     
  • La gastroscopia nel reflusso gastroesofageo: chi rischia di più... vi si sottopone di meno!
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Negli USA il sintomo pirosi (“bruciore di stomaco”), legato alla Malattia da Reflusso GastroEsofageo ( MRGE o GERD, GastroEsophageal Reflux Disease) colpisce fino al 20% della popolazione, con oltre 4,59 milioni di visite ambulatoriali e 96.000 ospedalizzazioni/anno, con un costo/anno stimato di 9,3 miliardi dollari.Nell'anno 2009, negli USA, sono state effettuate 6,9 milioni di Esofag [continua...]
     
  • Come morì il "miglior attore del ventesimo secolo"?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - New York, 1956. Un attore famoso viene ricoverato d'urgenza in ospedale per tosse persistente difficoltà a deglutire e calo di peso in progressivo peggioramento negli ultimi 6 mesi.   Aveva 57 anni  e non aveva mai avuto problemi di salute tranne una piccola ferita al labbro diversi anni prima. Era pero' un accanito fumatore e un buon bevitore. Figlio di un noto chirurgo e  [continua...]
     
  • Reflusso, ernia iatale e cancro esofageo: correlati ad obesità e cinture strette?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Nell’obesità centrale (chiamata anche obesità viscerale o androide, caratterizzata dalla distribuzione del grasso corporeo prevalentemente a livello addominale) un girovita eccessivo ed una cintura stretta possono essere considerati due fattori di rischio per il cancro dell'esofago. Lo suggerisce uno studio effettuato presso l’ “Institute of Cardiovascular and Me [continua...]
     
  • Aiuto, mi si è rotto l’esofago
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La rottura spontanea dell’esofago o sindrome di Boerhaave è la rottura completa a tutto spessore della parete esofagea in un esofago sano e si verifica quando la pressione all’interno dell’esofago aumenta in maniera improvvisa, in particolare in occasione di episodi di vomito. La parte più comunemente coinvolta è la postero laterale sinistra inferiore, poco sopra la giunzione esofagogastrica o ca [continua...]
     
  • Esofago di Barrett e cancro del cardias nell'uomo: chi rischia di più?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L'esofago di Barrett è una nota precancerosi e l'adenocarcinoma del cardias negli ultimi 40 anni è in costante aumento nei paesi occidentali. La mortalità del carcinoma del cardias è elevata ed una diagnosi precoce è essenziale per una terapia efficace. L'esofago di Barrett si manifesta più frequentemente in persone con reflusso gastroesofageo ma per fortuna la maggior parte dei pazienti con r [continua...]
     
  • La P.O.E.M. una innovativa tecnica endoscopica per il trattamento dell'Acalasia
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’Acalasia è una delle più importanti cause di disfagia, oltre che il più importante disturbo motorio primitivo dell’esofago, legato al mancato rilasciamento dello sfintere cardiale (L.E.S., Lower Esophageal Sphincter). Storicamente l’acalasia viene trattata con un’ampia varietà di metodiche (farmacologiche, endoscopiche e chirurgiche). Negli ultimi dieci anni si è affermato il trattamento chi [continua...]
     
  • L’esofago di Barrett aumenta il rischio di tumore al colon
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’ esofago di Barrett come è noto è una precancerosi associata all’ adenocarcinoma, ovvero tumore maligno del cardias e si verifica quando la mucosa esofagea di tipo squamocellulare viene sostituita da epitelio intestinale di tipo colonnare. La diagnosi viene posta mediante gastroscopia, anche per via transnasale, e biopsie. Una meta analisi appena pubblicata ha studiato il rapporto tra esof [continua...]
     
  • Se ho anche un'ernia iatale, la terapia per il reflusso cambia?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Un lavoro interessante proveniente dalla Cina ha voluto verificare se la presenza di un’ ernia iatale modifica l’ efficacia della terapia con inibitori della pompa protonica (omeprazolo e derivati) nel controllo della malattia da reflusso gastroesofageo. Nei pazienti studiati, la diagnosi è stata posta mediante phmetria delle 24 ore e gastroscopia con conferma radiografica in caso di presenza d [continua...]
     

Consulti recenti su "cardias"



  Il termine cardias è stato visto 9438 volte.
 

Specialisti in Chirurgia generale:


Trova il tuo Chirurgo generale »

advertising
 

News dai blog degli specialisti:

ultima modifica:  11/10/2015 - 0,55         2000-2017 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy