Duodeno

Definizione: tratto del tubo digerente interposto tra stomaco e intestino tenue (digiuno). suddiviso a sua volta in 4 porzioni.

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Duodeno"

  • I polipi (adenomi) del duodeno. Trattamento endoscopico.
    Chirurgia dell'apparato digerente - Gli adenomi del duodeno, come quelli del colon, possono trasformarsi in adenocarcinoma e tale rischio é proporzionale alle loro dimensioni. Per tale motivo, una volta diagnosticati, é indicata la loro rimozione. L’endoscopia costituisce una valida opzione terapeutica.
     
  • La malattia celiaca: nuovo marker per la diagnosi
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La malattia celiaca: cos'è, come si manifesta, come si diagnostica e si cura
     
  • Un approfondimento sui tumori ileali
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Un approfondimento sui tumori ileali, patologia di rara osservazione ma da conoscere
     
  • Malassorbimento: meteorismo, diarrea, celiachia, intolleranza, dimagrimento. Come orientarsi?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Il “Malassorbimento Intestinale” è una sindrome in cui viene compromessa la capacità dell'intestino di assorbire adeguatamente le sostanze nutritive; tale condizione clinica può essere legata a diverse patologie. Può essere generalizzato, parziale o selettivo e può essere secondario a patologie soprattutto digestive ma anche extradigestive. Nel malassorbimento è essenziale definire un corretto percorso diagnostico, tramite un’attenta e competente valutazione di sintomi e segni, per poter formulare una valida ipotesi diagnostica, oltre che un iter diagnostico coerente con la storia clinica del paziente. È inoltre buona norma iniziare partendo da test non invasivi che, eventualmente, potranno, successivamente, indicare la necessità di procedure invasive
     
  • Clostridium difficile, diarrea e colite da antibiotici, colite pseudomembranosa: facciamo il punto
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Negli ultimi anni si è registrato un aumento della frequenza, oltre che della gravità, delle Infezioni da Clostridium Difficile (ICD o CDI, Clostridium Difficile Infections, o CDAD, Clostridium Difficile Associated Disease) sia in ambiente intra- che extra-ospedaliero, associate ad una elevata probabilità di recidiva dopo il trattamento. Il Clostridium Difficile rappresenta l'agente patogeno principale della “colite da antibiotici”, ma anche di molte infezioni comunitarie, nelle quali i fattori di rischio non sono sempre collegabili all’uso di antibiotici o ad una ospedalizzazione precedente, sicchè le infezioni gastrointestinali legate a questo germe hanno assunto un ruolo di rilievo nel dibattito medico e scientifico; pertanto esse rappresentano, oggi, un'importante entità nosologica, anche in termini di costi, economici e socio-assistenziali
     
  • Colon irritabile o sindrome dell’intestino irritabile: quali le cause e come fare la diagnosi
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La Sindrome dell'intestino irritabile (IBS, Irritable Bowel Syndrome) è il disturbo gastrointestinale funzionale più studiato, caratterizzato dalla presenza di sintomi caratteristici: dolore addominale ricorrente o disagio addominale, in associazione con turbe dell’alvo (con predominanza di stitichezza o di diarrea). Colpisce in genere gli adulti di età compresa tra i 30 ed i 50 anni circa, con predominanza nel sesso femminile. Studi clinici dimostrerebbero che una percentuale variabile fra il 7% ed il 20% della popolazione adulta soddisfa i criteri diagnostici per IBS. La maggior parte di questi pazienti, tuttavia, ritiene di non doversi recare dal medico. L’impatto dell’IBS sul sistema sanitario è notevole, ad esempio, negli adulti, circa il 2 % delle visite di assistenza primaria e circa il 50 % delle visite specialistiche gastroenterologiche riguarda la valutazione di sintomi legati all’IBS. L’IBS è difficile da diagnosticare; ad oggi non vi sono cure specifiche, le strategie di trattamento sono “su misura”, improntate al controllo dei sintomi ed al miglioramento della qualità della vita nello specifico paziente, ricorrendo sia a misure dietetiche come anche alla farmacoterapia (psicofarmaci inclusi) ed alla psicoterapia
     
  • La diagnosi delle patologie dell’intestino tenue con la risonanza magnetica: l’entero-RM
    Radiologia - L’entero-RM è una tecnica diagnostica che, tramite la risonanza magnetica, consente di visualizzare e studiare l’intestino tenue
     
  • Tumore del pancreas: cause, sintomi, diagnosi e terapia del “big killer”
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Il cancro del pancreas è definito il “grande killer” o la “malattia silente”, queste definizioni identificano una malattia assai insidiosa oltre che letale. La malattia è difficile da diagnosticare, e la diagnosi è spesso fatta in ritardo nel corso della malattia. In Europa, il cancro del pancreas si colloca al 10 °fra i tumori più frequente, pari a circa il 2,6% dei casi di cancro in entrambi i sessi, rappresenta l'ottava causa di morte per cancro con circa 65.000 decessi ogni anno. L'incidenza aumenta rapidamente con l'età da 1,5 casi/anno ogni 100.000 abitanti (in pazienti di età compresa fra i 15 ed i 44 anni di età) per arrivare a 55 casi/anno ogni 100.000 abitanti (in pazienti di che hanno superato i 65 anni di età). L’elevato tasso di mortalità è legato alla elevata incidenza di malattia metastatica nel momento in cui viene formulata la diagnosi. Negli ultimi anni non è stato osservato alcun aumento dei tassi di sopravvivenza
     
  • Esofago di Barrett: prevenzione, diagnosi e terapia della complicanza tumorale
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - In questo ultimo decennio l’endoscopia ha dato una svolta determinante nel campo della diagnosi e della terapia dell’esofago di Barrett. In particolare, le attuali tecniche endoscopiche di resezione/ablazione hanno ormai sostituito l’intervento chirurgico di esofagectomia (gravato da mortalità e complicanze importanti) quando si è in presenza di lesioni che possono essere asportate totalmente e il cui rischio di metastasi è nullo o trascurabile (displasia grave, adenocarcinoma T1a)
     
  • Gli Inibitori della Pompa Protonica (PPI): corretto utilizzo e raccomandazioni
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - I farmaci inibitori della pompa protonica (PPI) sono principi attivi molto importanti che hanno modificato la storia delle patologie acido-correlate. Il gruppo dei PPI ha sostituito nell’uso comune il gruppo precedente di antisecretivi, ovvero gli antistaminici (o anti H2) tra i quali ricordiamo la Ranitidina, divenendo largamente più diffusi di questi ultimi per la loro maggiore efficacia. Nel breve termine i PPI sono altamente efficaci ma, sebbene esistano indicazioni per una assunzione a lungo termine (ad esempio nnella terapia dell’esofago di Barrett), va detto che il loro diffusissimo utilizzo cronico spesso non è indicato. Sovente vengono prescritti PPI senza una chiara indicazione; occorre quindi precisare che, sebbene si tratti di molecole considerate “sicure”, recenti studi osservazionali hanno associato il loro utilizzo cronico a diversi rischi (polmonite, infezione da Clostridium difficile, fratture osteoporotiche, etc.) Pertanto sarebbe auspicabile una appropriatezza prescrittiva, poichè l’uso inappropriato di questi farmaci può incidere negativamente sulla salute dei pazienti.
     

Consulti relativi a "Duodeno"

News relative a "Duodeno"

  • Latte artificiale: un fattore di rischio per la stenosi ipertrofica del piloro
    Chirurgia pediatrica - Recentemente è stato condotto uno studio caso-controllo presso il Children’s Hospital of Eastern Ontario (Canada) che ha riscontrato un aumento dell’incidenza della stenosi ipertrofica del piloro nei neonati allattati con latte artificiale. La stenosi ipertrofica del piloro (SIP) è la causa più comune di ostruzione gastrica, colpisce 1 neonato ogni 300-400 nati e r [continua...]
     
  • Una gastroscopia ben fatta
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La gastroscopia è uno degli esami più comunemente eseguiti in un servizio di endoscopia e fornisce informazioni preziose e insostituibili per lo studio delle patologie del tratto digestivo superiore. A volte tuttavia ci chiediamo se l' esame al quale ci siamo sottoposto è stato eseguito correttamente, ovvero rispettando i criteri per la corretta esecuzione di una procedura, [continua...]
     
  • Perché sottoporsi ad un intervento di chirurgia bariatrica
    Chirurgia generale - La chirurgia bariatrica, o chirurgia dell'obesità, è, oggi la chirurgia in maggiore e più rapida espansione. La pietra miliare delle linee guida internazionali per la terapia chirurgica dell’obesità è rappresentata dalla Consensus Development Conference del National Institutes of Health. In questa occasione furono stabiliti i seguenti criteri: la chirur [continua...]
     
  • Celiachia: aumenta il rischio di malattia coronarica
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - E’ il risultato di un lavoro retrospettivo presentato al congresso dell’ American College of Cardiology un mese fa a Washington. Rispetto alla popolazione generale nei pazienti celiaci è stato identificato un rischio almeno doppio di malattia coronarica, anche nel soggetti  di età inferiore a 65 anni. La celiachia è una malattia infiammatoria cronica autoi [continua...]
     
  • La gastroscopia nel reflusso gastroesofageo: chi rischia di più... vi si sottopone di meno!
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Negli USA il sintomo pirosi (“bruciore di stomaco”), legato alla Malattia da Reflusso GastroEsofageo ( MRGE o GERD, GastroEsophageal Reflux Disease) colpisce fino al 20% della popolazione, con oltre 4,59 milioni di visite ambulatoriali e 96.000 ospedalizzazioni/anno, con un costo/anno stimato di 9,3 miliardi dollari.Nell'anno 2009, negli USA, sono state effettuate 6,9 milioni di Esofag [continua...]
     
  • Malattia celiaca e abortività
    Ginecologia e ostetricia - In ambito ginecologico la malattia celiaca può produrre subfertilità, aborti ripetuti, ritardi di accrescimento fetale e osteoporosi. Quindi ogni ginecologo, nella sua pratica ambulatoriale, deve tener presente questa patologia. Quasi sempre il motivo che spinge la donna a consultare il ginecologo è la irregolarità dei flussi mestruali, ma il soggetto no [continua...]
     
  • Celiachia nella donna: infertilità, aborti ripetuti e menopausa precoce?
    Ginecologia e ostetricia - “E’ vero che la celiachia non diagnosticata e non adeguatamente curata, in una donna può comportare problemi come infertilità, aborti spontanei ripetuti e menopausa precoce?” La risposta è: SI. Diversi studi scientifici confermano che se la celiachia non viene diagnosticata e curata tempestivamente le donne affette possono andare incontro ad alterazioni della vita riproduttiva con problemi di pu [continua...]
     
  • Ho il reflusso ma la terapia non funziona. Cosa fare?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Ben un terzo dei pazienti con presunto reflusso gastro esofageo non rispondono o rispondono in modo insoddisfacente alla terapia. Questi pazienti, se non adeguatamente indagati e curati precipitano in un vortice di accertamenti spesso inappropriati e terapie mal gestite che oltre a non risolvere il loro problema sono costose e richiedono tempo ai pazienti stessi ed al sistema sanitario. Un inq [continua...]
     
  • La triste storia di un genio della chirurgia
    Chirurgia generale - La chirurgia degli ultimi 20 anni è stata rivoluzionata dall’ introduzione e dal diffondersi della laparoscopia e la strada da percorrere appare ancora lunga, tuttavia come quasi sempre succede con le innovazioni, gli inizi non sono stati facili e un esempio da ricordare riguarda sicuramente l’ incredibile storia dell’ Autore della prima colecistectomia laparoscopica. Fin dagli anni sessanta la [continua...]
     
  • Il nodo alla gola
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Il “nodo alla gola” non è soltanto il titolo di un famoso film di Aldred  Hitchcock del 1948 (il suo primo film a colori !), ma anche  un sintomo che porta molti pazienti a rivolgersi preferenzialmente al gastroenterologo per il dubbio che si possa trattare di qualcosa di “molto serio” alla gola o all'esofago. Il paziente tipico è spesso di sesso femminile, giovane e con problematiche psicosocial [continua...]
     

Consulti recenti su "Duodeno"



  Il termine Duodeno è stato visto 3301 volte.
 

Specialisti in :


Trova il tuo »

advertising
 

News dai blog degli specialisti:

ultima modifica:  11/10/2015 - 0,48         2000-2017 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy