Feto [Medicina generale]

Definizione: Il feto è il risultato della fecondazione tra mammiferi, non ancora giunto a termine, ma dotato già delle forme e delle caratteristiche della relativa specie

Voci correlate:   Acaro    Acidosi    Acufene    Addome  

 
 

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Feto"

  • Dottore posso prendere l'aereo?
    Medicina aeronautica e spaziale - Molto spesso ci si chiede in quali particolari stati clinici il viaggio in aereo sia controindicato. Ecco un utile riassunto delle principali affezioni che sconsigliano il volo
     
  • Onfalocele
    Ginecologia e ostetricia - Una malformazione del nascituro che può dare gravi complicanze: l'onfalocele, una porta lasciata aperta nella parete addominale del feto
     
  • I supplementi dietetici in gravidanza
    Ginecologia e ostetricia - L' alimentazione non è sempre sufficiente a fornire alla madre le sostanze necessarie al regolare sviluppo della gravidanza e a garantire il benessere fetale
     
  • Spondilolistesi, gravidanza e parto
    Ortopedia - Nella prospettiva di una gravidanza molte donne con spondilolistesi lombare si pongono molti interrogativi: Potrò partorire per vie naturali? Quali problemi avrò alla mia colonna durante il parto? Il bambino avrà problemi ad uscire? Per aiutare le donne ad inquadrare con serenità i termini del problema bisogna conoscere alcune informazioni
     
  • Quando clampare il cordone ombelicale? I vantaggi del clampaggio ritardato
    Pediatria - Le modalità di legatura e taglio del cordone ombelicale dopo la nascita, definito clampaggio, sono cambiate nel corso del tempo. Dal clampaggio immediato, eseguito non appena il neonato termina l'espulsione dal canale del parto e il cordone ancora pulsa, a quello cosiddetto tardivo, in cui si attende che il cordone cessi di pulsare prima di procedere alla legatura e al taglio
     
  • Tumore del fegato e cirrosi: il carcinoma epatocellulare, definizione, diagnosi e terapia
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La forma più comune di cancro primitivo del fegato è il carcinoma epatocellulare (HCC); esso costituisce circa il 5% di tutti i tumori, soprattutto a causa della elevata diffusione endemica dell’infezione da virus dell’epatite B (HBV). L’HCC è il quinto tumore più comune nel mondo, ed è la terza causa più comune di morte per cancro (dopo il cancro del polmone e dello stomaco). L'incidenza di carcinoma epatocellulare è in aumento, in gran parte ciò è legato all’aumento dei casi di infezione da virus dell’epatite C (HCV). Nei paesi occidentali una sempre maggiore percentuale di casi è, invece, legata all’uso cronico di alcol
     
  • Gli Inibitori della Pompa Protonica (PPI): corretto utilizzo e raccomandazioni
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - I farmaci inibitori della pompa protonica (PPI) sono principi attivi molto importanti che hanno modificato la storia delle patologie acido-correlate. Il gruppo dei PPI ha sostituito nell’uso comune il gruppo precedente di antisecretivi, ovvero gli antistaminici (o anti H2) tra i quali ricordiamo la Ranitidina, divenendo largamente più diffusi di questi ultimi per la loro maggiore efficacia. Nel breve termine i PPI sono altamente efficaci ma, sebbene esistano indicazioni per una assunzione a lungo termine (ad esempio nnella terapia dell’esofago di Barrett), va detto che il loro diffusissimo utilizzo cronico spesso non è indicato. Sovente vengono prescritti PPI senza una chiara indicazione; occorre quindi precisare che, sebbene si tratti di molecole considerate “sicure”, recenti studi osservazionali hanno associato il loro utilizzo cronico a diversi rischi (polmonite, infezione da Clostridium difficile, fratture osteoporotiche, etc.) Pertanto sarebbe auspicabile una appropriatezza prescrittiva, poichè l’uso inappropriato di questi farmaci può incidere negativamente sulla salute dei pazienti.
     
  • Azoospermia ed alterazioni genetiche
    Andrologia - Nel 20% circa dei soggetti con azoospermia sono identificabili alterzioni genetiche che possono suggerire una diagnosi ed evitare terapie inutili.
     
  • Dolore acuto e dolore cronico: anche la testa gioca il suo ruolo!
    Psicologia - Il dolore è un’esperienza universale, immediata, frequente e talvolta invalidante. Dagli anni ’70 in poi è andato affermandosi l’approccio biopsicosociale che ne ha messo in risalto gli aspetti psicologici e sociali. Il sistema sanitario sta incentivando la diffusione di 'Ospedali senza dolore' ed ‘Hospice’ in tutta Italia per promuovere la cultura della cura del dolore mediante un approccio multidimensionale, che consideri non soltanto la malattia ma la persona del malato.
     
  • Aiuto, il pupo non fa la cacca!
    Pediatria - un piccolo aiuto a tutti quei genitori che si preoccupano pensando che il neonato "soffra", "si sforzi inutilmente" e magari dietro queste false convinzioni, adottano comportamenti che non solo potrebbero essere inadeguati e sconsigliabili ma addirittura dannosi se non francamente pericolosi.
     

Consulti relativi a "ragade"

News relative a "ragade"

  • Ragade anale: effetto benefico dalla terapia per deficit erettile
    Colonproctologia - Gli inibitori della fosfodiesterasi sono farmaci abitualmente utilizzati nella terapia del deficit erettile. Stiamo parlando di sildenafil, tadalafil e analoghi per intenderci ed uno schema terapeutico comunemente utilizzato prevede la somministrazione orale di basse dosi quotidiane a lungo termine. Da tempo tuttavia si è osservato un curioso effetto collaterale di questi farmaci, ovvero l [continua...]
     
  • La ragade anale è una nota complicanza della terapia dell’acne a base di isotretinoina
    Colonproctologia - L’isotretinoina è un farmaco abitualmente utilizzato dai dermatologi nella terapia dell’acne. In un  recente caso descritto su Colorectal Diseases,   una ragazza di 15 anni in terapia da due mesi con questo farmaco per acne nodulocistica è stata indirizzata all’ ambulatorio di chirurgia generale della sua città, in Turchia, per la comparsa di dolore anale e sanguinamento rettale. Dopo la visita  [continua...]
     
  • Review articoli su cancro del colon e ragadi
    Colonproctologia - Come accennato nella news precedente inserirò mensilmente un paio di review di articoli scientifici dal gruppo di recensioni redatte da me mensilmente per la SIUCP.   Articolo 1 Minimally invasive surgery in colon cancer patients leads to improved short-term outcomes and excellent oncologic results Sonia T. Orcutt, M.D.a, Christy L. Marshall, M.D.a, Celia N. Robinson, M.D.a, Courtney J [continua...]
     
  • La ragade anale: malattia psicosomatica?
    Colonproctologia - La ragade anale rappresenta una patologia molto frequente che colpisce entrambi i sessi ma con una prevalenza quello femminile. L'età media è quella più colpita, ma si osservano anche in bambini e grandi anziani. La ragade è una lesione ulcerata o fissurata del passaggio tra la mucosa rettale ed il canale anale; tale zona, chiamata anoderma, è sede di fittissima innervazione sensitiva ed è ad int [continua...]
     
  • Sangue rosso nelle feci... è un tumore?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La presenza di sangue nelle feci è un evento che ci allarma, a volte anche in modo esagerato, perché spesso la prima cosa che viene in mente è il tumore. Altre volte, invece, trascuriamo il sintomo perché farci visitare in quella “zona” ci da fastidio e perché, in fin dei conti (pensiamo noi!) si tratterà di banali emorroidi. E’ vedere i [continua...]
     

Consulti recenti su "ragade"



  Il termine ragade è stato visto 3691 volte.
 

Specialisti in Medicina generale:


Trova il tuo Medico generico »

advertising
 
ultima modifica:  11/10/2015 - 0,53         2000-2016 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy