Gastroscopia [Gastroenterologia e endoscopia digestiva]

Definizione: Indagine strumentale endoscopica che esplora la cavità gastrica. (Dr. Alessandro Scuotto)

Voci correlate:   Acloridria    Aerofagia    Alitosi    Alvo  

 
 

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Gastroscopia"

  • I polipi (adenomi) del duodeno. Trattamento endoscopico.
    Chirurgia dell'apparato digerente - Gli adenomi del duodeno, come quelli del colon, possono trasformarsi in adenocarcinoma e tale rischio é proporzionale alle loro dimensioni. Per tale motivo, una volta diagnosticati, é indicata la loro rimozione. L’endoscopia costituisce una valida opzione terapeutica.
     
  • Un approfondimento sui tumori ileali
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Un approfondimento sui tumori ileali, patologia di rara osservazione ma da conoscere
     
  • Gastrite emorragica da GAVE (Ectasia Vascolare Gastrica Antrale). Trattamento endoscopico
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’Ectasia Vascolare dell’Antro Gastrico (GAVE) è una causa importante di emorragia digestiva cronica caratterizzata da piccoli e diffusi vasi dilatati distribuiti sulla mucosa dell’antro gastrico che sanguinano spontaneamente. Tale patologia è anche definita con il termine di “water melon stomach” (“stomaco ad anguria”) quando le ectasie vascolari si dispongono sulle pliche e sono convergenti al piloro. La terapia di elezione è quella endoscopica ed il trattamento con Argon Plasma Coagulation (APC) ha trovato il favore degli operatori per l’efficacia, la facilità d’impiego ed i bassi rischi connessi alla procedura. Recentemente, con risultati clinici preliminari, sono state impiegate anche la “Legatura Elastica Endoscopica (Endoscopic Band Ligation – EBL) e la Radiofrequenza (RF)
     
  • Colite indeterminata: una controversa IBD (malattia infiammatoria cronica intestinale)
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Nell’ambito delle IBD (Inflammatory Bowel Disease), in italiano MICI (Malattie infiammatorie Croniche Intestinali), l’istopatologo, in genere, è in grado di distinguere istologicamente la Colite Ulcerosa ed il Morbo di Crohn (a localizzazione colica). Tuttavia, nel 10%-20% dei casi non è possibile fornire una sicura diagnosi istologica, talora neanche sul pezzo operatorio, ovvero sul colon dei pazienti per i quali si è resa necessaria l'asportazione chirurgica (colectomia). In tali casi si utilizza il termine di Colite Indeterminata (IC, Indeterminate Colitis),che potrebbe rappresentare un’entità nosologica autonoma, cioè un altro sottogruppo distinto di IBD
     
  • Mal di pancia, dolore addominale improvviso, diarrea, nausea, vomito: pensiamo anche all’Anisakis
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - L’Anisakiasi, o "malattia del verme delle aringhe", è una malattia parassitaria (parassitosi) causata da un nematode (verme), l’Anisakis Simplex, che può attaccare la parete dell'esofago, dello stomaco o dell'intestino. Fra i sintomi dell’Anisakiasi, spesso vaghi, ricordiamo il dolore addominale improvviso, la nausea, il vomito e la diarrea; a causa di ciò è possibile che si formulino inizialmente ipotesi diagnostiche errate (appendicite, ulcera peptica, ileite di Crohn, etc.). La parassitosi può evolvere fino a determinare quadri di addome acuto, suscettibili di trattamento chirurgico, o generare fenomeni di ipersensibilità ed allergia, anche gravi, come lo schock anafilattico. Il modo migliore per prevenire questa malattia è quello di evitare di mangiare pesce crudo o poco cotto. La crescente popolarità di piatti orientali, come i famosi piatti a base di pesce crudo (sushi, sashimi, ceviche, etc.) lascia prevedere un crescente aumento del numero di casi di Anisakiasi
     
  • La diagnosi delle patologie dell’intestino tenue con la risonanza magnetica: l’entero-RM
    Radiologia - L’entero-RM è una tecnica diagnostica che, tramite la risonanza magnetica, consente di visualizzare e studiare l’intestino tenue
     
  • Sangue occulto nelle feci: tumore o altro?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La presenza del sangue occulto nelle feci indica un minimo, lento (e spesso) intermittente sanguinamento nel tratto digestivo. Tale perdita ematica, il più delle volte asintomatica, non consente di definire la natura e la sede del sanguinamento. Ogni tratto del canale alimentare può essere sede del sanguinamento e le patologie possono andare da cause benigne (emorroidi ) a patologie molto più gravi (tumori). Per accertarne la causa sono, quindi, necessari accertamenti mirati dopo valutazione medica
     
  • La gastrite atrofica: una precancerosi di frequente riscontro
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La Gastrite Atrofica (distinta nei due tipi A, su base autoimmunitaria, e B, su base infettiva HP-correlata) è un processo di infiammazione della mucosa gastrica di tipo cronico, che si sviluppa gradualmente e può durare per un periodo di tempo molto lungo
     
  • Esofago di Barrett: prevenzione, diagnosi e terapia della complicanza tumorale
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - In questo ultimo decennio l’endoscopia ha dato una svolta determinante nel campo della diagnosi e della terapia dell’esofago di Barrett. In particolare, le attuali tecniche endoscopiche di resezione/ablazione hanno ormai sostituito l’intervento chirurgico di esofagectomia (gravato da mortalità e complicanze importanti) quando si è in presenza di lesioni che possono essere asportate totalmente e il cui rischio di metastasi è nullo o trascurabile (displasia grave, adenocarcinoma T1a)
     
  • Reflusso gastroesofageo: qualcosa è cambiato
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Le nuove linee guida basate sull’evidenza dell’American College of Gastroenterology
     

Consulti relativi a "reflusso"

News relative a "reflusso"

  • Reflusso: cosa fare quando l'omeprazolo non basta?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La maggior parte dei pazienti con reflusso gastroesofageo otttiene un buon controllo dei sintomi seguendo indicazioni dietetiche e comportamentali ed assumendo una dose quotidiana standard di omeprazolo o di un altro inibitore di pompa protonica. Esiste pero' una quota significativa di pazienti pari a circa il 45% che con questa terapia non ottiene un adeguato controllo dei sintomi e per i quali  [continua...]
     
  • La Sindrome gastro-cardiaca (o Sindrome di Roemheld)
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva -        La Sindrome gastro-cardiaca è caratterizzata da un complesso di disturbi cardiaci funzionali scatenati da una distensione gastrica. I sintomi cardio-respiratori sono spesso di tale intensità da allarmare il paziente che, nel sospetto di una reale patologia cardiaca, si rivolge immediatamente al cardiologo o al pronto soccorso. Una volta però [continua...]
     
  • I paradossi sul varicocele e la frittura del cervello
    Andrologia - L’ American Society for Reproductive Medicine and Society for Male Reproduction and Urology, di Birmingham, Alabama, ha editato nel Dicembre 2014 su Fertilty & Sterility un documento che discute la valutazione e la gestione del varicocele maschile nelle coppie infertili. L’occasione è ghiotta per ragionare un po’. Certo, fa un pochino impressione che una blasonata soc [continua...]
     
  • Gravidanza ed Asma Bronchiale: Nessuna Paura !
    Allergologia e immunologia -  L’asma bronchiale, anche di prima insorgenza, è un problema di salute abbastanza comune nelle donne in gravidanza; tale condizione può determinare effetti potenzialmente dannosi sia per la madre che per il feto a causa di una diminuzione della disponibilità di ossigeno. Questo non significa che avere l'asma rende la gravidanza più difficile o pericolosa: in  [continua...]
     
  • Sleeve: Perché non dimagrisco più
    Chirurgia generale - La sleeve gastrectomy è un intervento di chirurgia bariatrica di tipo gastroresettivo che si ottiene tagliando una porzione dello stomaco attraverso suturatrici meccaniche. Il meccanismo che determina la perdita di peso è legato alla riduzione della capacità dello stomaco con conseguente precoce senso di sazietà dopo ingestione di piccole quantità di cibo, e [continua...]
     
  • Reflusso: quale farmaco è più efficace? EXPO ci aiuta
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La malattia da reflusso è una patologia cronica che condiziona in modo importante la qualità della vita e può evolvere in almeno il 50% dei casi determinando una esofagite da reflusso, ovvero un' infiammazione della mucosa esofagea. La terapia ideale quindi deve eliminare i sintomi e guarire le eventuali lesioni mucose mantenendo il risultato a lungo termine. Gli inibitori di  [continua...]
     
  • In arrivo lo spermiogramma FaiDaTe
    Andrologia - Prima o poi doveva succedere. Dopo i caserecci test di ovulazione per le signore in cerca del giorno giusto c’era da aspettarselo. Ecco scodellata e persino approvata dalla FDA americana una barretta che con quattro gocce di sperma vi dice se potenzialmente diventerete un papà. Il tutto comodamente a casa per una cifra vicina a 40 dollari. Il principio è piuttosto semplic [continua...]
     
  • Farmaci inibitori di pompa protonica e reflusso gastroesofageo nei lattanti
    Pediatria - I farmaci inibitori di pompa protonica PPI sono sempre più frequentemente utilizzati in pediatria per il trattamento dei sintomi da reflusso gastroeofageo anche senza una precisa diagnosi di malattia da reflusso gastroesofageo. Diversi studi negli ultimi anni hanno iniziato ad evidenziare i possibili effetti collaterali legati al trattamento con questi farmaci ed in particolare il rischio d [continua...]
     
  • Utilizzo di omeprazolo e rischio aumentato di infarto miocardico
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - Gli inibitori di pompa protonica (omeprazolo e derivati) sono una classe di farmaci comunemente prescritti e molto efficaci soprattutto nella terapia a lungo termine della malattia da reflusso esofageo. Uno studio statunitense appena pubblicato su Plos One ha valutato l'associazione tra l'assunzione di questi farmaci a lungo termine e il rischio di eventi cardiologici acuti, in particolare infart [continua...]
     
  • Reflusso gastroesofageo: quando operare?
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La malattia da reflusso gastroesofageo è una condizione cronica che nella maggior parte dei casi è ben controllata e curata seguendo indicazioni dietetiche, comportamentali e terapia farmacologica. In un certo numero di pazienti tuttavia è indicato risolvere il problema chirurgicamente. La condizione essenziale prima di porre l' indicazione è che la malattia richieda u [continua...]
     

Consulti recenti su "reflusso"



  Il termine reflusso è stato visto 9265 volte.
 

Specialisti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva:


Trova il tuo Gastroenterologo »

advertising
 
ultima modifica:  11/10/2015 - 0,45         2000-2016 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy