Glicemia [Medicina generale]

Definizione: Il termine indica il valore della concentrazione di glucosio nel sangue. Viene considerato un valore normale quando questo a digiuno è 80 - 100 mg/100ml (Valori superiori a 126 mg/100ml a digiuno potrebbe essere sintomo di diabete). (Dr. Giovanni Beretta)

Voci correlate:   Acaro    Acidosi    Acufene    Addome  

 
 

APPROFONDIMENTI

Articoli relativi a "Glicemia"

  • Il mineralogramma dei capelli
    Medicine non convenzionali - Il mineralogramma è un esame non invasivo, né doloroso poiché fatto da una ciocca di capello, atto a valutare concentrazione dei principali minerali presenti nel campione.
     
  • Onfalocele
    Ginecologia e ostetricia - Una malformazione del nascituro che può dare gravi complicanze: l'onfalocele, una porta lasciata aperta nella parete addominale del feto
     
  • La presunta sindrome di alienazione genitoriale (PAS): tra ciarlataneria e disinformazione
    Psichiatria - Il concetto venne proposto nel 1985 da un medico statunitense, Richard Alan Gardner; mai accettato dalla psichiatria ufficiale statunitense, mai entrato in nessuna classificazione delle malattie (DSM e ICD)
     
  • L'infiammazione silente nelle malattie reumatiche. La dieta per la prevenzione e cura
    Reumatologia - L’Infiammazione Silente predispone a molte malattie autoimmunitarie, artriti, malattie cardiovascolari. L'alimentazione a zona dà buone speranze nel controllo
     
  • Le insidie della notte
    Gnatologia clinica - L'apnea notturna colpisce sin dalla prima infanzia un elevato numero di persona e può essere causa, nel corso della vita di numerose problematiche di salute e sociali. La sua diagnosi e le relative terapie coinvolgono il dentista sia in fase diagnostica che nell'approccio terapeutico
     
  • Transaminasi alte (ipertransaminasemia) le cause, cosa fare, come interpretare l'aumento dei valori
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - E’ piuttosto frequente riscontrare degli innalzamenti, spesso lievi, dei valori delle transaminasi sieriche, anche in pazienti asintomatici, spesso a seguito di indagini ematochimiche di routine richieste dal proprio medico di base. Occorre dire che non sempre una ipertransaminasemia di lieve entità viene presa nella dovuta considerazione dal medico, con il rischio di non identificare una malattia epatica, potenzialmente curabile. Le transaminasi sono degli enzimi intracellulari, che possono derivare da vari organi o tessuti. La causa più comune di ipertransaminasemia è la Steatosi (fegato grasso) non-alcolica (NAFLD, Non Alcoholic Fatty Liver Disease, NAFLD), che può colpire fino al 30% della popolazione; l’evoluzione estrema della NAFLD è la Steatoepatite non alcolica (NASH, Non-Alcoholic SteatoHepatitis), considerata una delle principali cause di cirrosi epatica di origine ignota. Se l’anamnesi e l'esame fisico del paziente non suggeriscono una causa, occorrerà avviare una valutazione graduale sulla base della prevalenza delle malattie che causano lieve innalzamento dei livelli di transaminasi.
     
  • Cos'è lo stress e come agisce sul nostro corpo
    Psicologia - Cosa è lo stress e cosa ci stressa maggiormente? Cosa succede nel nostro corpo quando siamo stressati?
     
  • Broccoli: per proteggere le cartilagini, il cuore, lo stomaco e prevenire tante forme di cancro
    Medicina generale - Con questo articolo è mia intenzione mettere in evidenza le proprietà nutrizionali di questo ortaggio invernale, che ci da la possibilità di mettere un pò di prevenzione quotidiana sulla nostra tavola
     
  • Gestione della scialorrea: dalla diagnosi al botulino
    Neurologia - La scialorrea, ossia l'ipersalivazione, rappresenta una condizione, a varia etiologia, spesso disabilitante. Verranno esaminati l'approccio diagnostico ed il management con enfasi, anche per esperienza personale, al trattamento infiltrativo con tossina botulinica
     
  • Colon irritabile o sindrome dell’intestino irritabile: quali le cause e come fare la diagnosi
    Gastroenterologia e endoscopia digestiva - La Sindrome dell'intestino irritabile (IBS, Irritable Bowel Syndrome) è il disturbo gastrointestinale funzionale più studiato, caratterizzato dalla presenza di sintomi caratteristici: dolore addominale ricorrente o disagio addominale, in associazione con turbe dell’alvo (con predominanza di stitichezza o di diarrea). Colpisce in genere gli adulti di età compresa tra i 30 ed i 50 anni circa, con predominanza nel sesso femminile. Studi clinici dimostrerebbero che una percentuale variabile fra il 7% ed il 20% della popolazione adulta soddisfa i criteri diagnostici per IBS. La maggior parte di questi pazienti, tuttavia, ritiene di non doversi recare dal medico. L’impatto dell’IBS sul sistema sanitario è notevole, ad esempio, negli adulti, circa il 2 % delle visite di assistenza primaria e circa il 50 % delle visite specialistiche gastroenterologiche riguarda la valutazione di sintomi legati all’IBS. L’IBS è difficile da diagnosticare; ad oggi non vi sono cure specifiche, le strategie di trattamento sono “su misura”, improntate al controllo dei sintomi ed al miglioramento della qualità della vita nello specifico paziente, ricorrendo sia a misure dietetiche come anche alla farmacoterapia (psicofarmaci inclusi) ed alla psicoterapia
     

Consulti relativi a "sindrome"

News relative a "sindrome"

  • Rischi correlati alla sedentarietà nei pazienti con Insufficienza renale cronica (IRC) e trapianto
    Nefrologia - Nei pazienti con trapianto del rene, l’elevata incidenza di una patologia cardiovascolare (38% delle cause di morte) risulta legata a cause multifattoriali; ai tipici fattori di rischio si aggiungono quelli legati alla storia nefrologica e dialitica (storia di insufficienza renale, durata del periodo di dialisi) e gli effetti collaterali della terapia immunosoppressiva (alterazioni metabolic [continua...]
     
  • 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne. Una giornata non basta!
    Psicologia - “I pregiudizi contro le donne hanno la pelle dura. Ancora oggi, quando una donna subisce violenze sessuali, viene il sospetto che, in fondo, possa essere anche colpa sua”.   Michela Marzano, Sii bella e stai zitta. Donne sfregiate con l'acido.Altre bruciate, anche se gravide.Altre ancora, abusate e maltrattate.E, per finire, uccise. Sevizie di ogni genere e tipo, con ogn [continua...]
     
  • Medicina del Sonno: Polisonnografia “vera” vs Monitoraggio Cardio-Respiratorio. Chiarezza
    Neurologia - Sempre più frequentemente, in qualità di Neurologo/Neurofisiopatologo esperto in Medicina del Sonno valuto pazienti con Disturbi Complessi “del e nel” Sonno che recano con sé in visione esami strumentali nella convinzione di aver eseguito una Polisonnografia (PSG). Sovente trattasi di un semplice Monitoraggio Cardio-Respiratorio (MCR).   Naturalmente i g [continua...]
     
  • Niente sesso, siamo giapponesi, anzi mangiamo l'erba…
    Psicologia - Dalle geishe al calo del desiderio.Dai clienti delle geishe alla verginità ad oltranza.Dalla seduzione della donna sottomessa ed accuditiva al disinteresse assoluto per la vita sessuale.Cosa sta succedendo in Giappone?Sembra che moltissimi uomini e donne non siano più interessati alla sessualità.Cosa cela questo nuovo costume comportamentale?  Lo studioUno studio condotto [continua...]
     
  • Una nuova terapia per la Sindrome dell'ovaio policistico
    Ginecologia e ostetricia - La Sindrome dell'ovaio policistico è la più comune sindrome endocrina che colpisce le giovani donne. Tale sindrome è caratterizzata da disturbi del ciclo, associati a sintomi di iperandrogenismo, quali acne e irsutismo, nonchè ad insulininoresistenza, che produce obesità. La terapia tradizionale della PCOS prevede l'utilizzo di antiandrogeni e di contraccettivi e [continua...]
     
  • Nato il primo bimbo con il DNA di tre persone
    Andrologia -   Questa straordinaria notizia è stata data alcuni giorni fa dal settimanale britannico New Scientist, giornale di divulgazione scientifica in lingua inglese, il bimbo ha cinque mesi e possiede il DNA nucleare dei due genitori ed il DNA mitocondriale, cioè quello esterno al nucleo, di una donatrice.           La madre del bimbo & [continua...]
     
  • Finasteride, Dutasteride e problemi sessuali
    Andrologia -  Quest’associazione molto discussa tra inibitori della 5-alfa riduttasi, cioè la Finasteride e la Dutasteride e vita sessuale maschile, data un po’ per scontata come negativa e sospettata in numerosi lavori scientifici sembra ora riconsiderata da un ultimo lavoro epidemiologico, recentemente pubblicato sul British Medical Journal, dal “Surveillance Program Boston Coll [continua...]
     
  • La sindrome dell’occhio secco è una patologia multifattoriale
    Oculistica - La sindrome dell’occhio secco è una patologia multifattoriale della superficie oculare causata da insufficienza lacrimale. Durante la campagna del mese di prevenzione dell'OCCHIO SECCO, lanciata dal CIOS insieme all’ Università di Milano, Ospedale Buzzi di Milano primario dottor Giovanni Marsico , l' Ospedale Circolo di Varese Clinica Oculistica Universitaria d [continua...]
     
  • La mia “formula magica" per l’occhio secco
    Oculistica - Si puo' tradurre in una "formula" tutta l'esperienza accomulata nella diagnosi e nel giusto approccio terapeutico all'occhio secco o meglio alla Sindrome da alterazione del Film lacrimale? Forse ci sono riuscito.   Non tutti gli studi e ambulatori oculistici hanno tutta la strumentazione dedicata allo studio della sindrome da alterazione del Film lacrimale e delle alterazioni delle  [continua...]
     
  • Luce Pulsata nel trattamento dell’Occhio secco?
    Oculistica -   Il Dry Eye è una malattia complessa che nasconde subdolamente le cause del suo manifestarsi. Ma se paziente e medico sanno instaurare un’alleanza terapeutica, sanno “lavorare” insieme possono trovare la soluzione ai problemi anche più gravi. Esistono molte strategie terapeutiche che vanno individuate in maniera sempre personalizzata per ciascun [continua...]
     


  Il termine sindrome è stato visto 8274 volte.
 

Specialisti in Medicina generale:


Trova il tuo Medico generico »

advertising
 
ultima modifica:  11/10/2015 - 0,45         2000-2016 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. una società di CompuGroup Medical Italia SpA - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it -
Fax: 02 89950896        Privacy Policy