Torna a Medicitalia.it oppure fai il LogIn     

Ultimi aggiornamenti da Medicitalia:

Feed RSS Dr.ssa Lara Franzoni

torna alle news
 

Gelosia nella coppia: dalla normalità alla difficoltà

 Psicologia - News generale del 12/02/2013 - 2188 visite


"Come geloso, io soffro quattro volte: perché sono geloso, perché mi rimprovero di esserlo, perché temo che la mia gelosia finisca col ferire l'altro, perché mi lascio soggiogare da una banalità: soffro di essere escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli altri."
Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso, 1977

 

La gelosia è un sentimento complesso e relazionale, cioè si articola e si sviluppa nella relazione col partner e nei legami di cui abbiamo fatto esperienza nel passato.

Per gelosia di norma si intende quell’emozione caratterizzata sia dalla paura di vedersi sottratto l'oggetto d’amore sia dall’avversione verso chi ci sembra ricevere più attenzioni di noi. La gelosia non si manifesta solo nella coppia, ma anche in famiglia o sul lavoro.

Giusti e Fradina (2007) hanno sottolineato come la gelosia possa prendere la forma di un’emozione, di un sentimento o di una passione a seconda che sia transitoria, stabile o una vera e propria ossessione. La gelosia accompagna anche le relazioni sane e stabili, mentre talvolta può diventare un elemento di rottura di un legame o indicare situazioni di fatica psicologicha che uno dei partner vive.

È importante sottolineare come la gelosia non sia sempre riconducibile ad una perdita “reale” della persona amata, ma questa perdita può essere anche solo molto temuta e immaginata.

Esiste inoltre un circolo vizioso che può colpire la coppia in cui la gelosia è molto presente: più il partner è geloso, più l’altro scalpita per esprimere la sua indipendenza, ad esempio desiderando fare cose da solo o in autonomia. Questo, ovviamente, non farà che insospettire ulteriormente il partner anche se l’altro è impegnato, solo, in azioni che nulla hanno a che vedere con infedeltà o tradimenti.

Talvolta può accadere che la gelosia non abbia per forza a che fare con qualcosa di concreto, ma possa essere espressione di tradimenti passati che però non hanno a che fare con la sessualità: si può trattare di tradimenti della fiducia, tradimenti di un patto coniugale su cui la coppia si era fondata, tradimenti di aspettative.

Da un articolo della scorsa estate apparso su Plos One emerge la convinzione che un pranzo insieme con un'altra persona, potrebbe comportare la condivisione di qualcosa in più del cibo: per questo un pranzo con una ex potrebbe comportate gelosia in misura maggiore rispetto ad altri fatti… ben più di “un caffè insieme”. L’idea di fondo che i partecipanti alla ricerca hanno espresso è che un pranzo insieme sia qualcosa di più di un semplice cibo+chiacchere.

Alcune persone, tra coloro che provano una forte gelosia, unita a sospetti, arrivano a contattare un investigatore per fugare i propri dubbi. Questa strategia, che in prima battuta potrebbe stupire, poiché porta fuori dalla coppia una problematica che ha a che fare con il legame può però avere anche un altro risvolto; infatti, nel caso in cui al partner non risultasse nessun tradimento della fiducia riposta, ecco che colui che è geloso si troverebbe di fronte a diverse domande a cui rispondere: Perché sono geloso? Perché non mi fido? Perché sospetto di lui o di lei?

Esiste infine una vera e propria patologia, il delirio di gelosia, in cui il partner ha la convinzione irreale che il partner sia infedele. Le caratteristiche di questo delirio di gelosia sono la ricerca continua di prove e lo sforzo nel dare un significato spropositato a fatti e indizi irrilevanti. In questi casi centrale è la convinzione dell’infedeltà a livello affettivo ma soprattutto sessuale.

In generale, mentre la gelosia può essere considerata una componente “fisiologica” in un legame di coppia, fondamentale risulta comprenderne provenienza, significato e modalità di contenimento nel momento in cui questa diventi per i partner una “compagna” difficile da gestire! La gelosia infatti è una delle ragioni per cui sovente i partner arrivano dallo psicologo di coppia, nel tentativo di arginare questo sentimento oppure perché questo sta diventando deflagrante per la relazione. La gelosia infatti comporta un aspetto di ansia, agitazione, difficoltà di autocontrollo e liti con il partner che possano essere difficili da arginare in solitudine.

 

Giusti e Fradina (2007) Terapia della gelosia e dell’invidia, Collana di Edoardo Giusti

Kevin M. Kniffin and Brian Wansink (2012) "It’s Not Just Lunch: Extra-Pair Commensality Can Trigger Sexual Jealousy" di http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone

Altri articoli di Dr.ssa Lara Franzoni:

Commenti alla news:

Aggiungi commento


Clicca qui per accedere con il tuo utente oppure registrati gratuitamente per commentare.

 

L'autore ha scelto le seguenti regole per commentare questa news:
X [commenti NON AMMESSI da parte dei professionisti iscritti]
X [commenti NON AMMESSI da parte degli utenti]


 

Condizioni di utilizzo
MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento, sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il medico curante. No al fai da te: affidati sempre al tuo medico di fiducia.

Autori e copyright
Per partecipare a Medicitalia ogni professionista invia la documentazione della propria abilitazione professionale.
Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti.
E' vietata la riproduzione e la divulgazione, anche parziale, senza autorizzazione scritta.

Dichiarazione di conformità alle linee guida emanate dall'Ordine:
Il sottoscritto Dr.ssa Lara Franzoni dichiara che il messaggio informativo contenuto nel presente sito è diramato nel rispetto del Codice Deontologico emanato dall'Ordine degli Psicologi.