La sinusite è un’infiammazione dei seni nasali. Può essere una infiammazione di breve termine, acuta, causata da un’infezione batterica che segue un’altra infezione come nel corso di un raffreddore. In altri casi, la sinusite può essere una condizione a lungo termine, cronica, complicata dalle allergie o da problemi strutturali del naso.

Che cosa sono i seni?

I seni sono cavità vuote all’interno delle ossa craniche situate nella fronte, nella guancia, in mezzo e dietro gli occhi. Esse sono connesse al naso attraverso piccole comunicazioni non più larghe di una capocchia di spillo. Il blocco di queste comunicazioni causato dal mancato trattamento di raffreddori, allergie o polipi (proliferazioni del rivestimento dei seni) causa spesso dolore sul volto. Il blocco di un seno può creare le condizioni favorenti una crescita spropositata dei batteri come avviene, ad esempio, per le alghe che crescono nell’acqua stagnante. I seni nasali sono localizzati nell’osso zigomatico ed attorno e dietro il naso. Si pensa che la funziona principale dei seni nasali sia riscaldare, e filtrare l’aria all’interno della cavità nasale. Essi giocano un ruolo nella nostra abilità a vocalizzare alcuni suoni.

I raffreddori e le allergie sono i principali fattori di rischio per lo sviluppo delle sinusiti

La sinusite è un’infiammazione dei seni nasali causata di solito da infezioni batteriche susseguenti ad infezioni virali come il comune raffreddore. Altri fattori di rischio per lo sviluppo di sinusiti includono le allergie non trattate, alterazioni dell’anatomia nasale (deviazioni settali, etc.), il fumo, i polipi nasali e l’abuso di spray nasali decongestionanti.

Le sinusiti possono essere acute o croniche

Esistono due tipi di sinusite: La sinusite acuta – Una infezione che dura fino a 3 settimane causata, nella maggior parte dei casi, da un’infezione batterica e che, di solito, avviene come complicanza di una infezione respiratoria virale come il raffreddore comune o un’allergia non trattata. La sinusite cronica – Una infezione che dura per più di tre settimane che può essere anche causata dai infezioni virali ma è più spesso un disordine da infiammazione cronica simile all’asma bronchiale. Le sinusiti croniche possono durare mesi o anni se non sono trattate adeguatamente. Le allergie, i problemi strutturali o problemi immunologici possono portare ad infezioni croniche dei seni.

I sintomi ed i segni dei sinusite sono molteplici

I segni ed i sintomi di sinusite variano a seconda del livello di severità dell’infiammazione ed a seconda di quali seni sono coinvolti. Alcuni o tutti i seguenti sintomi e segni possono essere presenti: – Muco denso, verde o giallo dal naso o sul fondo della gola. – Perdita del senso dell’odorato e del gusto – Alito cattivo / sapore spiacevole in bocca – Mal di gola / tosse – Affaticamento – Febbre e brividi – Congestione facciale (sensazione di pienezza) e dolore – Dolore di testa / mal di denti – Sensazione di pressione che peggiora quando ci si sdraia E’ importante consultare prontamente il proprio medico se si sviluppano questi segni o sintomi.

Perché l’allergia è un fattore di rischio per lo sviluppo di una sinusite?

L’allergia può provocare una infiammazione cronica del seno e del muco in esso contenuto. Questa infiammazione impedisce la normale eliminazione dei batteri dalla cavità del seno aumentando le possibilità di sviluppo secondario di sinusiti batteriche. Un paziente allergico deve prestare particolare attenzione ai sintomi descritti sopra e comunicarli prontamente al suo specialista per intraprendere al più presto le cure del caso.

Gli irritanti ambientali possono aumentare i sintomi

I pazienti con problemi sinusali ed allergie dovrebbero evitare gli irritanti ambientali come il tabacco, il fumo e gli odori particolarmente intensi che possono aumentare i sintomi.

Un trattamento efficace dipende da una corretta diagnosi

Anche se sono presenti i sintomi, l’infezione potrebbe non essere presente. Per confermare la diagnosi, lo specialista si informerà sull’andamento dei sintomi negli ultimi mesi e nei mesi invernali precedenti, sottoporrà il paziente ad una visita con rinoscopia ed effettuerà i test allergometrici. Nei casi particolarmente seri potrà richiedere una TAC dei seni nasali.

Sinusite contro Rinite

Sebbene molti sintomi delle due patologie sono simili, è importante che la sinusite non venga confusa con la rinite. La rinite è un’infiammazione della membrana mucosa del naso e non dei seni paranasali. E’ spesso causata da allergie, aumentata sensibilità ad agenti irritanti come il fumo, i cambiamenti di temperatura o l’abuso di spray nasali decongestionanti. Le riniti mal controllate possono, ad ogni modo, portare alla sinusite.

Il trattamento precoce può ridurre la necessità di trattamenti pesanti

Circa la metà di tutte le sinusiti di risolve senza antibiotici per via sistemica (per bocca o per iniezione). Nelle persone con infezioni frequenti è importante trattare i problemi che sono alla base come le allergie. E’ anche importante trattare i sintomi prontamente al loro manifestarsi per evitare il ricorso a terapie antibiotiche sistemiche. I trattamenti locali sono rappresentati dagli aerosol e i lavaggi con soluzioni ipertoniche, cortisonici ed antibiotici. Nei casi più gravi si ricorre alla terapia antibiotica per via sistemica (orale o iniettiva). Nei casi di mancata risposta e di disturbi persistenti per lungo tempo malgrado un adeguato trattamento non resta che ricorrere alla chirurgia per rimuovere i tessuti malati, i polipi e/o drenare i seni.

Se vuoi saperne di più sulle Allergie >>>