Dapoxetina: nuovo farmaco nel trattamento dell'eiaculazione precoce?

Giovanni BerettaL’uso degli antidepressivi nell’eiaculazione precoce parte dall’osservazione clinica che nei soggetti in terapia con questi farmaci l’eiaculazione viene spesso ritardata.
Articolo a cura di .  Pubblicato il 18/04/2010, cliccato 43468 volte.
 

Epidemiologia

L'eiaculazione precoce è da molti andrologi considerata il disordine sessuale più frequente nell'uomo.
In una indagine epidemiologica da noi compiuta alcuni anni fa in una grande città del Nord Italia, in cui erano state intervistate  1500 coppie a caso, emergeva come questo problema fosse presente nel 20,7% delle coppie intervistate.

Un altro recente studio epidemiologico statunitense  ha calcolato che circa il 40% degli uomini, con età inferiore ai quaranta anni, lamenta questo disturbo sessuale.
In questa prospettiva è chiaro l’interesse dei medici e soprattutto delle case farmaceutiche a trovare un rimedio valido, “facile” e capace di contrastare questo diffusissimo disturbo sessuale.

Il nuovo farmaco

Ora anche questo “capitolo” della medicina sembra destinato a essere affrontato con successo  grazie a un “nuovo” antidepressivo che appartiene alla famiglia degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) .
Questo farmaco si chiama Dapoxetina e che sia un farmaco nuovo la discussione è aperta  ma sicuramente è nuovo il tentativo di utilizzarlo in modo “esclusivo” per superare il “problema sessuale” che scatena la precocità o l’incapacità a controllare l’evento eiaculatorio.

Dapoxetina
Figura 1 : Dapoxetina: nuovo farmaco della famiglia degli antidepressivi

Di questa molecola si è già cominciato a parlarne da almeno due anni ed ora uno studio pubblicato da Lancet, una delle più prestigiose riviste internazionali di medicina, sembra confermare che si è arrivati finalmente ad ottenere del farmaco una formulazione accettabile.

Se, come abbiamo visto, l’eiaculazione precoce è una delle principali disfunzioni sessuali maschili e quindi numerosi sono i maschi con questo problema si può considerare il gruppo farmaceutico che proporrà questa possibilità terapeutica veramente fortunato sul piano commerciale ed economico se il prodotto “funzionerà” veramente.

Strategie terapeutiche disponibili

Già in passato  questa classe di farmaci, nati  per vincere la depressione ed altri disturbi psichiatrici, era stata utilizzata per trattare l’eiaculazione precoce, sfruttando più che altro il suo principale effetto collaterale, cioè quello di rilasciare la muscolatura che si contrae quando un maschio eiacula e quindi  determinare un’azione ritardante.

La novità qui è rappresentata, come gia in parte detto, dal fatto che la Dapoxetina è il primo trattamento valutato e studiato appositamente e solo per questo problema.
Ed è infatti anche il primo sul quale ora si dispone di dati ricavati da studi clinici avanzati che confermerebbero la sua efficacia.

Questo farmaco sembra indicato soprattutto in quella fascia di popolazione maschile in cui l’eiaculazione precoce ha fatto la sua comparsa dall’inizio, cioè ai primi rapporti sessuali (detta anche eiaculazione precoce primaria).

Nei maschi dobbiamo sempre ricordare che dal presentarsi del problema al prendere poi la decisione di chiedere aiuto a volte passano parecchi anni.
I motivi sono sempre i soliti: vergogna, imbarazzo a domandare un aiuto per problemi così personali, ma anche una diffusa e totale ignoranza della propria sessualità e dei possibili trattamenti terapeutici comunque già disponibili.

Spesso questi uomini risolvono la loro disfunzione perchè da giovani è facile il “recupero” rapido dell’erezione e generalmente il secondo rapporto consecutivo è più duraturo.
Con il passare del tempo però questo “stile di vita” diventa sempre più difficile da mantenere.

Quali strategie terapeutiche sono oggi già disponibili?

A questo proposito dobbiamo ricordare che oggi le indicazioni terapeutiche, anche senza Dapoxetina, comunque sono già  molte: dalle tecniche psicoterapeutiche, come ad esempio le terapie comportamentali, alle pomate che contengono anestetici locali fino all’uso di alcuni inibitori della ricaptazione delle serotonina.

A dire il vero non sempre le terapie comportamentali da sole danno i risultati sperati e spesso viene associato a queste anche un supporto farmacologico.
L’uso degli antidepressivi nell’eiaculazione precoce nasce, come già detto, dall’osservazione che nei soggetti ansiosi e depressi in terapia con questi farmaci l’eiaculazione viene spesso inibita, ritardata e a volte scompare.

Casistica considerata

Per quanto riguarda l’uso della Dapoxetina ora pare che si sia arrivati ad una fase avanzata nel suo studio clinico e con buoni risultati sembrerebbe.
Nella ricerca pubblicata sulla rivista Lancet gli esperti dell’Università del Minnesota hanno testato la sua efficacia solo sul “problema eiaculazione precoce”.


Figura 2 :  Molecola di Inibitore selettivo della ricaptazione della Serotonina

In tutto sono stati valutati 2600 uomini.
A 870 era stato somministrato placebo, cioè un finto farmaco, mentre a 874 una dose di 30 mg di Dapoxetina e a 870 una dose di 60 mg.
In media prima dell’assunzione del farmaco, all’inizio della valutazione, l’eiaculazione dei maschi selezionati ed inseriti nello studio avveniva appena dopo un minuto dall’inizio del rapporto sessuale.
Dopo la cura, chi aveva assunto il “farmaco” placebo aveva raggiunto una “durata” media di 1 minuto e 75 secondi, il gruppo che aveva assunto la dose di 30 mg una media di 2,78 minuti mentre il gruppo dei 60 mg una media di 3,32 minuti.
Soprattutto ai dosaggi più alti si sono però verificati alcuni effetti collaterali, indesiderati come nausea, diarrea, mal di testa e vertigini.

Considerazioni conclusive

Questi sono i risultati pubblicati ed i vantaggi, su tutti gli altri trattamenti già in uso, sono a mio parer ancora in parte da verificare.
La casa farmaceutica che sembra destinata a proporre questo farmaco pensa anche ad un suo uso “al bisogno”, ossia il farmaco si dovrebbe prendere quando serve, senza la necessità di “cronicizzare” la terapia. Questo solleva tutta una serie di problemi clinici e psicologici non indifferenti e tutti da valutare .

Non posso a questo punto che concludere dicendo che  io personalmente ho la sensazione che il problema sia ancora aperto e che siano necessari altri studi ed altre verifiche al proposito ed in sintesi, come dicevano i nostri padri, ”se sono fiori… fioriranno…..”.


 

Autore

Giovanni BerettaIl suggerisce questi argomenti correlati:  Eiaculazione precoce,  Inibitori ricaptazione della Serotonina,  Dapoxetina
Ha scritto anche questi articoli, queste news e riceve qui.

Condividi questo articolo: 

Ultimi consulti dell'autore:

  • And drug administration ha approvato l'uso del farmaco a base di dapoxetina per combattere
    Andrologia - Caro lettore, la Dapoxetina sembra un farmaco promettente per risolvere il sintomo eiaculazione precoce. Esiste una recente pubblicazione su Lancet, una rivista medica prestigiosa, che lo indica come farmaco da utilizzare "al momento" in questo tipo di problematiche sessuali. Al momento comunque  [continua »]
     
  • Dapoxetina
    Andrologia - Caro lettore , generalmente un medico di famiglia informato, prima di fare una tale prescrizione specialistica, preferisce avere una conferma dell'indirizzo terapeutico da parte di uno specialista andrologo. Se poi la sua domanda vuol chiarire se il farmaco è prescivibile dal SSN allora le dev [continua »]
     
  • Spray tipo emla/luan
    Andrologia - Caro lettore , se posso darle e aggiungere un consiglio, visto il suo problema sessuale, non si limiti a seguire una prassi od un'abitudine senza avere magari neppure consultato in diretta un medico. Le dirò di più generalmente queste situazioni cliniche particolari devono essere valutate in d [continua »]
     

 
 
advertising
 
 
 
Altri Speciali "Tutto su..."

 
 
 
 
 
 

Tutti gli speciali salute »





ultima modifica:  14/04/2014 - 0,14        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy