Gravidanza extrauterina

Nicola BlasiGravidanza extrauterina: l'importanza della diagnosi precoce per evitare danni irreversibili alle tube.
Articolo a cura di .  Pubblicato il 24/10/2010, cliccato 38831 volte.
 

Si parla di gravidanza ectopica (o extrauterina - GEU) quando la gravidanza si sviluppa in un sito diverso dalla cavità uterina rivestita dall’endometrio. Purtroppo è una causa di morte della madre nella prima metà della gravidanza.

Qual è la causa?

La causa principale di gravidanza extrauterina è la salpingite (infiammazione della salpinge o tuba uterina). L’accertamento istologico lo conferma nel 40% dei casi.
Ogni causa o meccanismo che porta ad una alterazione della peristalsi tubarica (movimento della tuba) come assunzione di particolari farmaci, chirurgia delle tube, endometriosi, malattie trasmesse sessualmente (soprattutto la chlamydia), dispositivo intrauterino (IUD o spirale).

L’insuccesso di metodi di sterilizzazione (chiusura delle tube) è stato ritenuto responsabile del 3% delle gravidanze ectopiche. L’ovulo fecondato (blastula) permane più tempo nella tuba invece che essere trasportato nella sua sede naturale: la cavità uterina.

I sintomi più comuni

Ogni donna con ritardo mestruale, perdite ematiche atipiche e lieve dolore addominale e pelvico, deve essere considerata a “rischio“ di gravidanza extrauterina finchè questa diagnosi non venga esclusa.

A volte si manifesta con dolore alle spalle, che è conseguente all’irritazione del diaframma causata dall’emoperitoneo (versamento di sangue nell’addome). Quasi sempre la diagnosi si basa sul sospetto e sulla storia clinica. A volte sono presenti i segni clinici tipici della gravidanza come nausea e vomito.

Esami (dosaggio delle betaHCG)

In una gravidanza normale il tempo di raddoppiamento dell’HCG è di 1,5 giorni all’inizio della gravidanza e 3 giorni alla 7^ settimana; se ciò non avviene si deve sospettare la GEU. Ma non è possibile fare una diagnosi differenziale certa tra l’aborto spontaneo e la GEU solamente in base a questo dato.

Ecografia

L’ecografia è dirimente se viene identificata un’attività cardiaca nella tuba, presenza di sangue in addome, sospetta massa ecogenica distinta dall’ovaio.

Laparoscopia diagnostica

La diagnosi di gravidanza ectopica si effettua  tradizionalmente in laparoscopia.

Opzioni terapeutiche

Una gravidanza tubarica integra (non rotta) può essere trattata con terapia medica, chirurgica o semplicemente essere osservata con atteggiamento d’attesa. Tutto dipende dal periodo di amenorrea, il dosaggio delle betaHCG e dalla parità.

Questo atteggiamento prevede l’uso del metotrexate somministrato per via sistemica come trattamento iniziale, sia come trattamento aggiuntivo dopo la chirurgia laparoscopica o laparotomica.

I criteri adottati sono:

 

  • Donne asintomatiche
  • Livelli serici di betaHCG < 2000 UI/l
  • Diametro della gravidanza inferiore a 2 cm
  • Tuba integra
  • Assenza di sanguinamento
  • Presenza di meno di 100cc di sangue in addome
  • Assenza di attività cardiaca accertata eco graficamente.

 

 

Qual è la condizione della fertilità dopo gravidanza ectopica?

L’incidenza di gravidanze fisiologiche per le pazienti con precedenti gravidanze a termine si avvicina all’80%. Per le pazienti nullipare questa percentuale si dimezza.

 

Autore

Nicola BlasiIl suggerisce questi argomenti correlati:  tube,  gravidanza,  fertilità,  dolore,  flogosi,  aborto
Ha scritto anche questi articoli, queste news e riceve qui.

Condividi questo articolo: 

Ultimi consulti dell'autore:

 
 
advertising
 
 
 
Altri Speciali "Tutto su..."

 
 
 
 
 
 

Tutti gli speciali salute »





ultima modifica:  17/06/2014 - 0,56        © 2000-2014 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896        Privacy Policy