Il mineralogramma è un esame non invasivo, né doloroso poiché fatto da una ciocca di capello, atto a valutare concentrazione dei principali minerali presenti nel campione.

Differisce dall'analisi del sangue poiché questa valuta i valori delle sostanze presenti all'esterno alla cellula, quelle cioè che sono circolanti: con il Mineralogramma si può, invece, controllare anche la quantità di minerali all'interno delle cellule ottenendo un quadro completo del funzionamento metabolico dell'organismo: con il Mineralogramma, si è anche in grado di determinare il tasso di ossidazione, cioè la velocità con cui un dato organismo brucia gli alimenti (digeriti ed assimilati) allo scopo di produrre energia vitale; cioè come e quanto il metabolismo (assimilazione, eliminazione) fissa nelle cellule del corpo i vari minerali.

Il capello, anche tinto, concentra e trattiene i minerali presenti nei liquidi circolanti: dai macroelementi, presenti in dosi massicce, ai minerali traccia (magnesio, ferro, rame, ecc.) che si trovano in quantità minime, sino ai metalli tossici, come il piombo o il mercurio, eventualmente assimilati nel tempo dall'organismo.

Questo, ovviamente, permette di intervenire con terapie adatte, non solo, ma consente anche di conoscere eventuali presenze di minerali tossici che sempre sono all'origine di gravi patologie. Il mineralogramma del capello invece è in grado di raccontarci anche la “storia” della presenza dei minerali, permettendo così di gettare uno sguardo più ampio sulle condizioni precedenti.

I minerali sono i componenti essenziali dei sistemi enzimatici che regolano praticamente tutte le funzioni corporee. Cattive abitudini alimentari, diete restrittive, abuso di formaci, pillola contraccettiva, stress, inquinamento ambientale, fumo di sigaretta, ereditarietà ed altri fattori possono essere alcune delle cause ricorrenti di squilibri minerali.

Questi squilibri, rilevabili attraverso il IMA, possono essere l'espressione di tendenze a:

  • Affaticamento
  • Depressione
  • Disturbi della prostata
  • Insonnia
  • Cefalee
  • Perdita di capelli
  • Iperattività
  • Ipoglicemia
  • Eruzioni cutanee
  • Ipertensione
  • Problemi emotivi
  • Artrite
  • Disturbi della tiroide
  • Anemie
  • Diabete
  • Malattie cardio-vascolari
  • Allergie
  • Disturbi dell'apparato muscoloscheletrico

 

  • Il TMA è un approccio olistico
  • Serve a controllare il tasso di ossidazione cellulare
  • Può aiutare a ridurre lo stress
  • Aiuta ad aumentare il livello energetico

L'analisi attraverso il Mineralogramma dei capelli offre il vantaggio di far conoscere le eccedenze o le carenze dei minerali a livello cellulare, cioè come e quanto il metabolismo (assimilazione, eliminazione) fissa nelle cellule del corpo i vari minerali.
Con l’analisi si consiglia poi un regime alimentare quanto più innocuo e conforme al nostro fisico.