Questo sembra emergere da uno studio appena pubblicato da un gruppo di ricercatori coreani del Dipartimento di Urologia dell’Università Yonsei di Seul.

Questa ricerca clinica svolta con l'apporto di più Centri, è stata condotta, apparentemente, secondo criteri molto rigorosi: in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo.

Questi criteri sono stati introdotti per evitare risultati potenzialmente aleatori e quindi, in doppio cieco, vuol dire che né il paziente né il medico-sperimentatore conoscevano quello che veniva realmente somministrato ed in questa situazione sperimentale ovviamente viene utilizzato un prodotto, detto placebo, che è costituito da una compressa, priva di efficacia terapeutica, ma che è del tutto simile a quella che contiene il principio attivo.

Il Ginseng, soprattutto le sue bacche, sembra per la medicina popolare, anche quella coreana, avere molti effetti positivi sul nostro organismo in genereale ed, in particolare, sembra potenziare la regolare vita sessuale e l’erezione di un uomo.

Bacche di Ginseng
Bacche di Ginseng coreano

Lo studio dei nostri ricercatori è andato proprio a valutare questa particolare prospettiva andrologica.

Sono stati reclutati 119 uomini con un disturbo dell’erezione lieve o moderato e sono stati somministrati, a caso, quattro compresse contenenti ognuna 350 mg di estratto di bacche di Ginseng coreano al giorno oppure quattro compresse con placebo per otto settimane.

A quattro settimane e alla fine della terapia, utilizzando un questionario vidimato: l'Indice Internazionale della Funzione Erettile (IIEF) si è visto che la risposta sessuale, solo dei maschi che avevano assunto l'estratto, era migliorata già a metà della cura, con lievi miglioramenti supplementari anche alla fine della terapia, cioè all'ottava settimana.

Il controllo dell’eiaculazione pure sembrava, sempre dopo precisa ed attenta valutazione con questionario specifico, il Premature Ejaculation Diagnostic Tool (PEDT), migliorato.

In estrema sintesi da questa ricerca emerge che l'estratto di bacche di Ginseng coreano, sembra avere un positivo effetto sulla fisiologica risposta sessuale maschile tale da poter competere forse con le moderne molecole, come gli inibitori della fosfodiesterasi di tipo V, tanto per capirci il Sildenafil (Viagra), il Tadalafil (Cialis) ed il Vardenafil (Levitra).

Comunque, prima di chiudere questo complesso capitolo fitoterapeutico, altre valutazioni, non solo coreane, sono necessarie ed indispensabili.

 

Fontehttp://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23254461


Altre informazioni
:

www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione

www.medicitalia.it/minforma/Andrologia/1234/Nuove-terapie-emergenti-nel-trattamento-della-disfunzione-erettile-DE