Questo è il risultato che emerge da un nuovo studio, pubblicato su JAMA Internal Medicine e presentato da alcuni ricercatori californiani della Loma Linda University; vengono in questo studio confermate diverse e precedenti ricerche che indicavano come una dieta vegetariana riduca il rischio di incorrere in alcune patologie croniche gravi, come ad esempio l’ipertensione arteriosa, la sindrome dismetabolica, il diabete mellito e le malattie dell’apparato cardiovascolare.

La ricerca ha esaminato un gruppo importante di persone, costituito da di 73.308 soggetti, tutti appartenenti alla Chiesa Avventista del Settimo Giorno, gruppo religioso molto attento a queste tematiche e sensibile nell'indicare stili di vita sani e virtuosi.

Vegetali
Cesto vegetariano

Sulla base di un questionario questo numeroso gruppo di persone è stato poi suddiviso in cinque sottogruppi: non vegetariani, semivegetariani, pesco-vegetariani (coloro che si cibano anche di pesci), latto-ovo-vegetariani (coloro che usano latte e derivati e uova) e vegani (gruppo vegetariano puro che non utilizza assolutamente prodotti che provengono dal mondo animale).

E' stato condotto quindi un follow-up di circa sei anni, dove sono stati registrati 2570 soggetti deceduti; facendo le dovute correzioni dei dati, ad esempio quelle legate al fatto che i soggetti vegetariani erano in media più vecchi, avevano un livello d’istruzione più alto, bevevano e fumavano di meno, facevano più attività sportive, si è costatato che i vegetariani avevano un rischio di mortalità, per qualunque causa considerata, ridotto del 12% rispetto ai non vegetariani. 

Nei vegani questo minor rischio di mortalità saliva al 15% e per i pesco-vegetariani, cioè coloro che continuano comunque a cibarsi di pesce, al 19 % mentre scendeva al 9% per i latto-ovo-vegetariani e all’8% per i semi-vegetariani, cioè coloro che mantengono una dieta mista e a volte ritornano ad essere onnivori.

Questa associazione, andrologicamente parlando poi, sembra essere più positiva e significativa per i soggetti di sesso maschile rispetto alle signore.

 

Fontehttp://archinte.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=1691919 

 

Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/.../Antiossidanti-radicali-liberi-e-fertilita-maschile

http://www.medicitalia.it/.../Il-cibo-spazzatura-peggiora-la-qualita-del-liquido-seminale