I bimbi nati con fecondazione assistita sono in aumento, questo è un dato incontrovertibile!

Negli ultimi sette anni i bimbi nati grazie ad una tecnica di riproduzione assistita sono aumentati del 169% e le coppie che hanno usufruito della procreazione medicalmente assistita sono aumentate rispetto a dieci anni fa del 77%.

giovanniberetta_ICSI_2

Questi ed altri dati sono stati forniti, in questi giorni, con la presentazione dell’indagine “Diventare genitori oggi”, dal Centro Studi Investimenti Sociali (Censis), ben conosciuto istituto di ricerca socioeconomica italiano.

Più dell’88% degli specialisti, impegnati in questo particolare settore della medicina (andrologi, urologi, ginecologi e biologi), ritiene che queste problematiche siano molto diffuse e frequenti e, malgrado l’aumento esponenziale delle richieste d’intervento, ancora sottostimate soprattutto per problemi di ordine economico ed organizzativo a livello delle varie strutture sanitare, presenti sul nostro territorio nazionale. 

Altra osservazione critica, per circa il 60% dei medici interpellati, è che, nonostante la sentenza di circa un anno fa che cancellava il divieto per l’utilizzo di ovociti e spermatozoi donati e malgrado la nascita già dei primi bimbi, tramite donazione dei gameti, questa opzione e scelta in pratica non è ancora facilitata e resa disponibile in tutte le Regioni del nostro Paese.

giovanniberetta_diagnosi_preimpianto 

Ancora il 76% degli specialisti intervistati pensa che sia una buona cosa l’ulteriore revisione della legge 40, ormai fortunatamente resa, nei suoi folli principi di partenza, “innocua”, per permettere alle coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche di accedere, senza ulteriori ostacoli, alla possibilità di fare una diagnosi preimpianto evitando così il rischio ed il trauma inutile di un eventuale e successivo aborto.

 

 Fonte:

 

 Altre informazioni: