Sono state in questi giorni pubblicate sulla “Gazzetta Ufficiale le nuove linee guida in tema di Procreazione Medicalmente Assistita, aggiornando così quelle precedenti del 2008, sulla base anche delle sentenze della Corte Costituzionale n.151/2009 e n.162/2014, le quali hanno eliminato sia l’assurdità del numero massimo di tre embrioni da trasferire in un unico e contemporaneo impianto sia il divieto di fecondazione eterologa.

Su questo fronte le linee guida attuali danno indicazioni cliniche precise prevedendo anche la “doppia donazione” cioè quando entrambi i componenti della coppia richiedente devono ricevere la donazione dei rispettivi gameti maschili e femminili.

Viene normata anche la possibilità dell’“egg sharing” e dello “sperm sharing”, cioè uno dei due componenti della coppia ricevente può a sua volta essere anche un donatore di gameti per altre coppie che non ne hanno.

Alle coppie che accedono alla donazione infine non è consentita la scelta delle caratteristiche fenotipiche del donatore e questo per escludere non positive ed illegittime selezioni di tipo eugenetico.

 

Fonte:

Altre informazioni: