E’ da tempo noto che il muoversi e praticare un'attività sportiva fa bene alla propria attività sessuale ma ora è arrivata un'ulteriore ed importante conferma da alcuni ricercatori dell’Università di Porto, in Portogallo, con uno studio pubblicato in questi giorni sul "British Journal of Sport Medicine".

Il lavoro in questione è una review sistematica, fatta attraverso l’utilizzo di sei banche dati ed una successiva meta-analisi complessa sui sette lavori, scelti dai nostri ricercatori perché ritenuti più importanti ed attendibili su questa relazione particolare tra attività fisica e miglioramento dei disturbi dell’erezione, pubblicati tra il 2004 e il 2013.

 

               

 

Questa meta-analisi ha coinvolto un totale di 505 uomini con disturbi all’erezione, studiati per un periodo variabile dalle otto settimane ai due anni; la loro età variava dai 43 ai 69 anni. A 292 di loro erano state date delle indicazioni a svolgere, in modo significativo, un’attività fisica di tipo aerobico, oppure una semplice ginnastica della muscolatura del piano perineale o ancora un’indicazione di tipo combinato, mentre a 213 non era stata data alcuna indicazione ginnica.

 

               

 

Da questa ricerca sembra emergere che gli uomini che avevano fatto esercizio fisico e che avevano mantenuto una qualunque attività fisica guidata, il punteggio finale dell’indice Internazionale della funzione erettile (International Index of Erectile Function: IIEF) era migliorato di quasi quattro punti, soprattutto in coloro che avevano seguito un programma di esercizi aerobici di moderata o più importante intensità.

 

             

 

Meno significativi erano invece i miglioramenti di chi aveva praticato esercizi che coinvolgevano solo la muscolatura del piano perineale.

Infine in tutte le situazioni cliniche più importanti, in presenza di disturbi dell’erezione, quali cardiopatie, interventi chirurgici a livello della pelvi, prostatectomie radicali ed altro, qualsiasi attività fisica, anche la più moderata, migliorava comunque la risposta sessuale e in particolare l’erezione.

Provare per credere.

 

Fonte:

http://bjsm.bmj.com/content/early/2016/10/05/bjsports-2016-096418.abstract

 Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html