Gonorrea: quali sono le indicazioni terapeutiche corrette e soprattutto gli antibiotici da usare.

La gonorrea è una malattia sessualmente trasmessa ed è causata da un microrganismo chiamato Neisseria gonorrhoeae.

Il termine deriva dal greco "gonos" che vuol dire "seme" e "reo" che significa "scorro".

La malattia è conosciuta anche come blenorragia (sempre dal greco "blenos" che vuol dire "muco"; e "ragoo" che significa "prorompo") o come scolo, parola più popolare, per sottolineare le abbondanti perdite uretrali che spesso si presentano quando il battere in causa è presente.

 

      

 

La gonorrea è la Malattia a Trasmissione Sessuale (MTS), dopo le infezioni da Chlamydia, più diffusa al mondo, a volte può essere anche senza sintomi e, se non trattata in modo corretto ed adeguato, può determinare effetti collaterali importanti, come la presenza di questi batteri nel sangue e in alcuni casi anche l'infertilità.

A questo proposito i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), organismi di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d'America, hanno osservato che il 18,7% dei pazienti con gonorrea non riceve la terapia mirata come viene appunto raccomandata.

Un trattamento non corretto sembra essere una delle cause più importanti dell’aumento della resistenza di questi microrganismi alla maggior parte degli antibiotici utilizzati in modo non mirato.

I CDC dal 2015 raccomandano per il trattamento della gonorrea semplice, non complicata il Ceftriaxone, appartenente alla classe delle Cefalosporine, e l’Azitromicina, un Macrolide, tutto questo per usare un’antibioticoterapia efficace ma con un basso rischio di resistenza.

 

  

 

Diversi sono i possibili fattori che possono determinare la non aderenza ai regimi terapeutici raccomandati, ad esempio la presenza di allergie ai farmaci consigliati, la disponibilità o meno di farmaci iniettabili ed infine anche la non abitudine, da parte soprattutto di medici che operano in situazioni ambientali dove la gonorrea è meno frequente, a trattare tale patologia.

A questo proposito sempre utile incrementare il numero e la qualità delle informazioni relative a questa patologia e a tutte le malattie sessualmente trasmissibili sia quelle rivolte ai potenziali pazienti che quelle dedicate ai medici.

 

Fonte:

https://www.cdc.gov/mmwr/volumes/67/wr/mm6716a4.htm#suggestedcitation

Altre informazioni:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/753-malattie-sessualmente-trasmesse-fertilita-uomo.html

http://www.medicitalia.it/news/andrologia/5487-malattie-sessualmente-trasmesse-europa-aumento.html