La relazione tra un medico e la propria moglie è stata a lungo studiata in passato e studi condotti negli USA hanno verificato che il rischio di divorzio tra coppie nelle quali è presente un medico è più basso rispetto a quello della popolazione generale e si assesta sul 29% a 30 anni di distanza dal matrimonio.

In particolare le specializzazioni del medico che rendono meno probabile il divorzio sono pediatria, anatomia patologica e medicina interna (22/24%) mentre le categorie più a rischio sono rappresentate da psichiatri (50%) e chirurghi (33%).

Per una serie di ragioni tuttavia il matrimonio con un medico presenta caratteristiche peculiari, con particolare riferimento alla lunga durata degli studi, alla tendenza di molti medici ad anteporre responsabilità professionali a quelle familiari e al maggior numero di
ore settimanali trascorse al lavoro rispetto alla maggior parte delle altre professioni, almeno negli Stati Uniti.

Sulla base di queste premesse, un gruppo di ricercatori statunitensi ha recentemente pubblicato i risultati di un' interessante ricerca relativa al livello di soddisfazione del matrimonio dal punto di vista della moglie.

Lo studio ha coinvolto 1644 mogli e 891 di queste hanno condotto a termine l' indagine.
Il dato conclusivo è stato che la stragrande maggioranza, ovvero l'86.8% delle mogli, hanno riferito di essere soddisfatte del loro matrimonio. 
Analizzando i dati nel dettaglio, è interessante osservare come l'elemento decisivo della valutazione è stato il tempo trascorso in compagnia della moglie ogni giorno, tempo che è risultato essere direttamente proporzionale al grado di soddisfazione dichiarato.

E' stato riportato tuttavia come, nonostante l'alto livello di soddisfazione, le mogli hanno riferito frequente irritabilità, stanchezza e preoccupazione essere comuni nei mariti medici.

Al contrario, il numero di ore di lavoro settimanale, la specializzazione o la sede di lavoro urbana o rurale non sembrano aver avuto influenza sul risultato con una sola eccezione: il numero di notti settimanali di reperibilità è risultato inversamente proporzionale alla soddisfazione delle mogli.

In conclusione, il matrimonio tra un medico e sua moglie negli Stati Uniti è risultato essere ad alto livello di soddisfazione per le mogli stesse e l'elemento più importante per ottenere questo risultato è stato il tempo trascorso insieme dopo il lavoro!

Ai risultati di questo lavoro mi permetto di aggiungere che probabilmente analoghe considerazioni valgono per i figli...


Papà è tornato a casa!

 


Riferimenti: Shanafelt T.D et al,Mayo Clin Proc,2013;88(3): 216-225