Ci avevano provato in Cina nel 2006, ma andó male; questa volta i colleghi del Tygerberg Hospital di Cape Town, in Sudafrica, hanno raggiunto un traguardo tante volte auspicato ma mai realizzato con successo: il primo trapianto di pene da donatore cadavere.

Questo intervento, è stato messo a punto su un giovane ragazzo di 21 anni, al quale era stata effettuata una sconsiderata circoncisione che aveva necessitato - per gravi effetti collaterali -l'amputazione dell'organo genitale.

Con lo stupore del personale sanitario, la ripresa funzionale urinaria e addirittura sessuale, èavvenuta in brevissimo tempo, molto prima dei due anni previsti.

Pertanto il caso si può definire di successo e il paziente portatore del nuovo organo genitale può quindi riavere poste in pristino stato le precedenti funzioni, cancellate dagli effetti collaterali di un semplice intervento chirurgico come quello effettuato di circoncisione.

 

Fonti: