Torna l'estate e si torna spesso a piedi nudi: dai sandali alle infradito, fino al piede nudo in spiaggia, vediamo quali sono le regole da seguire per evitare dei problemi:

1. utlizzare con parsimonia le cosiddette "infradito": sono calzature semplici ma spesso inadatte al piede e possono provocare delle dermatiti irritative da confricazione a livello del I spazio interdigitale, o seppur più infrequentemente delle dermatiti allergiche da contatto a sostanze chimche (soprattutto gomme e coloranti)

2. tenere il più possibile il piede asciutto: l'estrema sudorazione accompagnata alla scarsa detersione, o la frequentazione di ambienti caldo umidi, possono favorire la macerazione cutanea e quindi l'ingresso di speci batteriche o micotiche tipiche del terreno (e spesso causa di tinea pedis)

3. utilizzare calzature "di marca": non è certo una pubblicità ma un consiglio molto avveduto; la scelta di calzature ultra-economiche, magari comprate sulle bancarelle o dagli ambulanti, può mettere a repentaglio la salute dei piedi: il contatto del piede nudo con sostanze non controllate (spesso contenute nelle scarpe low-cost) possono nuocere e non poco.

4. attenzione agli smalti: per le donne avviene tutto l'anno, ma più d'estate l'utilizzo di smalti colorati aumenta a dismisura; scegliere con cautela il proprio evitando quelli cosidetti "cinesi" forieri di potenziali e rischiose allergie da contatto

5. scegliere con cautela i solventi per le unghie: mai più "acetone&co" ma utilizzare solventi appropriati a basso impatto sulla cheratina

6. attenzione a camminare a piedi nudi nei luoghi esotici: nelle zone tropicali ed in altre aree geografiche desertiche o caldo umide possono celarsi microrganismi in grado di provocare parassitosi ed infezioni batterico-micotiche resistenti (micobatteriosi); allo stesso modo indossare scarpine adeguate quando si cammina in aree coralline per evitare punture e tagli le quali in questo caso possono sovrapposi con infezioni o dermatiti da contatto per il potere urticante dei materiali.

7. proteggere con un adeguato solare i piedi, poichè sono la zona più esposta quando si cammina: i raggi ultravioletti colpiscono in modo perpendicolare questa regione cutanea proprio quando è in ortostatismo: evitare le ustioni urbane delle zone fotoesposte è molto importante!

8. farsi controllare dal dermatologo di fiducia se osserviamo delle lesioni di neoinsorgenza: la regola da seguire sempre per la salute della pelle e anche dei piedi.

Buona estate!