Ecco la storia del neo che si guarda allo specchio ma non si riconosce più:

Voglio presentare questo recentissimo caso che sottolinea quanto il controllo dermatologico in epiluminescenza digitale dei Nei sia importante, quando il dermatologo ha stabilito un ritorno dopo qualche mese.

Sebbene la maggior parte dei melanomi insorgano su cute sana, una percentuale significativa può manifestarsi su nei precedentemente diagnosticati come Benigni, o magari sottoposti ad un controllo successivo a stretto giro, a aduse di piccole atipie dermoscopiche.

Per tale ragione la Video Dermoscopia digitale ad alta definizione in questo senso, detiene un'altissima efficacia in termini di sensibilità e specificità.

Ecco quindi un caso che ho voluto portare alla vostra attenzione al fine di rendersi conto come anche piccole alterazioni che non possono essere visibili ad occhio nudo o con l'esame clinico del dermatologo riescono alla Video Dermoscopia digitale ad essere così evidenti da rendere urgente un'asportazione chirurgica preventiva della lesione melanocitario che si sta osservando di nuovo.

Nella foto che segue potrete vedere la stessa lesione melanocitaria a distanza di qualche mese dal precedente controllo: sebbene a livello clinico nulla sembrava cambiare a livello dermoscopico, le differenze ci sono e sono molto importanti e sostanziali: la lesione è stata messa allo specchio ovvero è stata orientata in modo da sembrare speculare, così da rendere più evidenti le differenze demoscopiche anche all'utente non esperto. 

         Controllo                                Prima Visita

 

 L'immagine a destra è quella relativa alla prima visita, nella quale si possono osservare delle caratteristiche ascrivibili ad una lesione melanocitaria di tipo giunzionale con alcune piccole atipie dermoscopiche e ed un nido di pigmento probabilmente localizzato a livello della giunzione dermo-epidermica e probabilmente in fase di espulsione.

L'immagine a sinistra è quella relativa al controllo successivo dopo pochi mesi, poiché io stesso avevo richiesto al mio paziente di tornare a stretto giro per rivedere alcune lesioni melanocitarie compresa questa.

Sottolineo, che il paziente si è ripresentato con un ritardo di qualche mese rispetto alla mia indicazione iniziale.

Sebbene a livello clinico tutto potesse sembrare nella norma, una volta fotografata da alta definizione l'immagine ed osservati i caratteri in dermo-scopia digitale ad alta definizione, ho potuto osservare dei cambiamenti molto importanti di questa lesione melanocitaria:

anzitutto l'assenza del nido di pigmento che poteva anche essere compatibile con un quadro parafisiologico del normale turnover della lesione; ho potuto però apprezzare contestualmente dei significativi cambiamenti nella rete ridges in ambito settoriale, rispetto alla lesione di controllo; quel tipo di alterazioni dermoscopiche sono molto caratteristiche di una lesione che sta mutando la sua componente clinica e pertanto ho disposto l'asportazione chirurgica preventiva della stessa in anestesia locale con successivo esame istologico.

Sarà mia cura aggiornare questo post non appena riceverò la risposta istologica.

Il messaggio da portare a casa il seguente:

quando il vostro dermatologo chiede di effettuare un controllo a stretto giro di alcune lesioni melanocitarie già analizzate in dermoscopia digitale, non tardate il controllo, ma effettuatelo nei tempi indicati, perché il melanoma non aspetta i "troppi impegni lavorativi.."

Dott. Laino