La Commissione Tecnico Scientifica dell’AIFA ha deciso di inserire il farmaco brentuximab vedotin nell’elenco previsto  dalla legge 648/96 per i medicinali non ancora approvati in Italia, ma le cui indicazioni terapeutiche rappresentano un vantaggio rilevante per il paziente in assenza di una valida alternativa terapeutica.

Ricordando che Brentuximab vedotin e’ indicato nel trattamento di pazienti adulti affetti da linfoma di  Hodgkin recidivante o refrattario dopo trapianto autologo di cellule staminali oppure dopo due precedenti regimi terapeutici quando il trapianto autologo o la poli-chemioterapia non sono indicati; inoltre e’ anche indicato nel trattamento di pazienti adulti affetti da linfoma anaplastico a grandi cellule in forma recidivante o refrattario.