Un esame citologico negativo, anche se associato a parametri ecografici di benignità, non può escludere un carcinoma tiroideo in noduli di diametro uguale o superiore ai 4 cm.

E' quanto emerge da uno studio pubblicato nel numero di Ottobre 2013 del World J Surg, da Wharry LI e coll., e condotto su 361 pazienti con nodularità uguale o superiore ai 4 cm, sottoposti a tiroidectomia.

Tutti i noduli sono stati valutati ecograficamente e citologicamente prima dell'intervento. 

La percentuale dei pazienti con parametri citologici ed ecografici di benignità e risultanti avere all'esame istologico un carcinoma, è stata del 10,4% (falsi negativi).

Il dato, induce a considerare come per noduli di dimensioni uguali o maggiori di 4 cm, anche in presenza di dati citologici ed ecografici di benignità, l'opzione chirurgica dovrebbe essere fortemente consigliata essendo, in questi casi, molto significativa la percentuale di "falsi negativi".

 

Fonte: http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00268-013-2261-9

Leggi anche: La tiroide