Dottore, devo sottopormi alla colonscopia. L’aspirina va sospesa?

E’ la frase che spesso viene pronunciata dai pazienti in terapia antiaggregante con aspirina che devono sottoporsi ad una colonscopia o ad una polipectomia endoscopica. Ma quali risposte vengono date? Le più difformi possibili: sospenda, non sospenda, non so, chieda al gastroenterologo (o al medico di base o al cardiologo). E così via.

                                    

La maggior parte delle evidenze scientifiche indica che l’aspirina (acido acetilisalicilico - ASA), come anche gli antiinfiammatori non steroidei, non aumenta il rischio di emorragia post-polipectomia (anche per i grandi polipi), ma per valutare l’orientamento dei medici gastroenterologi su tale questione è stata di recente condotta negli Stati Uniti un’indagine su 317 Centri di Endoscopia. Di questi, il 44% ha consigliato di continuare l’aspirina prima della colonscopia, il 33% ha indicato l’interruzione ed il 24% ha suggerito di chiedere al proprio medico. Quelli che hanno indicato di sospendere l’aspirina hanno dato tale motivazione: rischio di emorragia post-polipectomia (62%), conseguenze irrilevanti di rischio cardiovascolare per il paziente (38%), poco propensione a cambiare abitudini (20), rischi medico-legali (15%), poca familiarità con le linee guida (8%) e, fra le altre cause, la percezione che le linee guida non siano chiare e la convinzione che sospendere l’aspirina prima delle procedure endoscopiche sia la pratica corrente.

                                  

 

Questo studio, in sintesi, mette in risalto la scarsa tendenza dei gastroenterologi a non spendere l’aspirina in pazienti da sottoporre a colonscopia nonostante le raccomandazioni e le linee guida delle principali società scientifiche internazionali del settore: British Society of Gastroenterology, American College of Gastroenterology, American College of Cardiology, European Society of Gastrointestinal Endoscopy e American Society for Gastrointestinal Endoscopy

La questione è rilevante in quanto il rischio (anche medico-legale) di sospendere l’aspirina in pazienti con patologia cardio-vascolare può essere considerevole rispetto a quello di asportare un grosso polipo del colon sotto terapia antiaggregante.

In pazienti con doppia terapia antiaggregante può essere considerata la sospensione della seconda molecola (tienopiridine), ma indiscutibilmente l’aspirina deve essere mantenuta.

 

Riferimenti bibliografici

 Robbins R et al. Periprocedural management of aspirin during colonoscopy: A survey of practice patterns in the United States. Gastrointest Endosc 2015; 82:895.

ASGE (American Society of Gastrointestinal Endoscopy) GUIDELINE - Management of antithrombotic agents for patients undergoing GI endoscopy - Gastrointest Endosc 2016; 83:3