Il carcinoma dell'endometrio è il più frequente tumore che colpisce l'utero della donna.
La sua incidenza nei paesi occidentali è in aumento, in Italia ne vengono registrati circa 8.000 nuovi casi all'anno.

utero

Tale tumore si sviluppa tradizionalmente per lo più dopo la menopausa. I principali fattori di rischio sono l'obesità, il diabete, la nulliparità, il non uso di contraccettivi orali ( quest'ultimo contribuisce da solo a ridurre il rischio di avere tale tumore di circa il 50%).

In un recente lavoro scientifico , condotto dall' Istituto Mario Negri di Milano e pubblicato sul British Journal of Cancer, è stato dimostrato che la dieta mediterranea riduce del 50% il rischio di ammalare di carcinoma dell'endometrio.

Lo studio ha coinvolto circa 5000 donne. Per valutare la aderenza alla dieta mediterranea è stato preso in esame il consumo di verdura, frutta, legumi, cereali, patate, pesce, grassi polinsaturi, alcool in quantità moderata, alimenti tipici della dieta mediterrane, nonchè di carne, latte e latticini, di cui tale dieta è povera.

Le donne che seguivano la dieta mediterranea hanno presentato un rischio di ammalare del carcinoma dell'endometrio ridotto del 57% rispetto alle altre.

Sembra che l'effetto antitumorale di tale dieta sia legato al suo alto contenuto di antiossidanti, di fibre e di grassi polinsaturi.

La dieta mediterranea, quindi, oltre a ridurre il rischio di ammalare di infarto miocardico, di tumore del cavo orale, del fegato e del pancreas, aggiunge al suo attivo un altro importante effetto benfico, nella prevenzione del più diffuso dei tumori femminili.

 

Fonte:

Filomeno et al. Mediterranean diet and risk of endometrial cancer: a pooled anlysis of three Italian case-control studies. British Journal of Cancer (2015) 112, 1816-1821, doi: 10.1038/bjc.2015.153