Segnaliamo un articolo molto interessante apparso oggi su Repubblica, intitolato "L'illusione di curarsi online".

 

Vogliamo innanzitutto segnalare come l'autore, il giornalista Fabio Tonacci, affronta in modo molto pragmatico il tema dell'utilizzo di internet nella gestione dei propri problemi di salute.

 

L'autore mette in evidenza come i più grandi pericoli derivino dal fatto di considerare internet un unico calderone di informazioni sanitarie di pari valore, mentre in medicina sappiamo quanto le informazioni provenienti da fonti certificate, affidabili ed aggiornate siano un fattore determinante per arrivare alla soluzione di una patologia o anche solo ad escluderla semplicemente.

 

Dall'altro lato infatti c'è il rischio di un passaparola in forum generalisti e non certificati, di chiacchere e "sentito dire" tra non addetti che generano false credenze e leggende sanitarie che finiscono per stimolare la vena ipocondriaca presente in ognuno di noi!

 

A fronte di tutti i rischi connessi quindi al "fai da te", che Medicitalia ha sempre combattuto scandendo negli anni le Linee Guida al consulto online, la Lettera di intenti per gli specialisti iscritti e le Regole di Netiquette, sottolineiamo come il dr. Eugenio Santoro (responsabile del Laboratorio di Informatica Medica del Mario Negri di Milano), intervistato da Tonacci, ritenga internet uno strumento prezioso e fonte di informazioni sulla salute, e come alcune realtà proteggono l'utente dal rischio della approssimazione: progetti riconosciuti e certificati, tra cui con orgoglio abbiamo visto citare medicitalia.it come "oasi mediche sul web dove un raffreddore è solo un raffreddore e non l'inizio della fine".

Ringraziamo tutti gli specialisti per la serietà con cui hanno sposato la Mission di medicitalia.it e tutti gli utenti che ogni giorno si affidano alla nostra piattaforma!

staff@medicitalia.it

  
Di seguito il link all'articolo:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/07/18/gli-errori-del-dottor-internet.html