Sono stati presentati al congresso ECTRIMS (European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis) tenutosi a Lione i risultati dello studio CoSMo, appena concluso. CoSMo è stato il più ampio studio osservazionale e multicentrico per lo studio della CCSVI nella Sclerosi multipla (SM), finanziato dall'AISM con un investimento di 1,5 milioni di euro, condotto su 1767 pazienti e che ha coinvolto ben 35 centri neurologici italiani.

I risultati dello studio hanno evidenziato come il 97 % delle persone con SM non ha la CCSVI. Nel rimanente 3% la CCSVI è riscontrabile con percentuali del tutto analoghe a quelle rilevate nei pazienti con altre malattie neurologiche e nei controlli sani.

Non si evidenzia differenza alcuna fra le forme iniziali di SM (CIS) rispetto alle forme di SM a ricadute e remissione o secondariamente o primariamente progressiva.