Introduzione

Il meccanismo responsabile dell'emorragia subaracnoidea (ESA) "sine materia" (o non aneurismatica) non è ancora chiaro. È stata ipotizzata una correlazione tra l'ESA sine materia e la presenza di anomalie del drenaggio venoso profondo della vena basale di Rosenthal (VBR). Gli Autori dell'articolo propongono una metanalisi della letteratura per valutare la presenza o meno di tale correlazione.

 

Figura 1. A sinistra un'immagine TC di un'ESA perimesencefalica. A destra un anomalia di drenaggio della VBR. Il drenaggio della VBR è classificato in 3 tipi: tipo A, "normale continuo" in cui la VBR drena principalmente nella vena di Galeno; tipo B "normale discontinuo" in cui la VBR drena in parte nella vena di Galeno e in parte nei seni venosi della dura madre; tipo C, "primitivo" in cui la VBR drena solo nei seni venosi della dura madre. I primi due tipi sono considerati normali, l'ultimo anomalo.

Materiali e Metodi

È stata effettuata una ricerca di tutti gli studi scientifici che, dal 1980 al settembre 2015, analizzano il tipo di drenaggio della vena basale di Rosenthal in pazienti con ESA perimesencefalico da aneurisma cerebrale ed ESA "sine materia". Sono state valutate: la prevalenza del drenaggio primitivo della VBR (drenaggio delle vene perimesencefaliche nei seni venosi della dura madre, piuttosto che nella vena di Galeno) in almeno un emisfero cerebrale, del drenaggio normale della VBR in entrambi gli emisferi e l'incidenza del drenaggio primitivo della VBR. È stata utilizzata un'analisi statistica con modello ad effetti casuali per la metanalisi.

Risultati

Sono stati inclusi nella metanalisi otto studi con un numero complessivo di 888 pazienti (334 con ESA perimesencefalico sine materia e 554 con ESA da aneurisma cerebrale). L'anomalia di drenaggio della VBR in almeno 1 emisfero cerebrale è risultata maggiormente associata all'ESA perimesencefalica sine materia (47.7% versus 22.1%; OR, 3.31; 95% CI, 2.15–5.08; P .01), mentre il drenaggio normale della VBR in entrambi gli amisferi ad un'ESA aneurismatica (18.3% versus 37.4%; OR, 0.27; 95% CI, 0.14–0.52; P .01). L'incidenza del drenaggio primitivo della VBR è risultata più elevata in pazienti con ESA sine materia che in quelli con ESA da aneurisma cerebrale (34.9% versus 15.3%; OR, 3.90; 95% CI, 2.37– 6.43; P .01).

Conclusioni

I pazienti con ESA perimesencefalica sine materia hanno una maggiore prevalenza di un'anomalia di drenaggio della vena basale di Rosenthal in almeno 1 emisfero cerebrale. Questo risultato suggerisce che alcune ESA perimesencefaliche sine materia possono avere un'origine venosa. L'evidenza, all'esame angiografico, di un drenaggio venoso della VBR di tipo C facilita la diagnosi di ESA perimesencefalica sine materia.

 

Rouchaud A et al. AJNR September 2016