La protesi retinica Argus II, della Second Sight Medical Products, è stata approvata dalla Food and Drug Administration (FDA), seria commissione di controllo degli Stati Uniti.

Il sistema, progettato per trattare adulti con retinite pigmentosa in fase avanzata, è composto da una piccola telecamera esterna, un'unità di elaborazione video e un trasmettitore fissato a dei particolari occhiali. Sulla retina del paziente sono impiantati gli elettrodi che servono per la ricezione delle immagini.

La telecamera acquisisce le immagini e le invia al processore video, che poi trasmette senza fili le informazioni, come una serie di impulsi elettrici, agli elettrodi, stimolando le cellule retiniche alla produzione di immagini.

Il sistema non è in grado di ripristinare la visione nella sua interezza, ma i pazienti possono imparare ad interpretare gli impulsi e recuperare una relativa funzionalità visiva, come il riconoscimento della luce e del buio o la percezione dei movimenti.

retinite

L'apparecchiatura è stata approvata come dispositivo di uso umanitario, una denominazione utilizzata per quei prodotti che possono trattare o diagnosticare meno di 4.000 persone negli Stati Uniti ogni anno. Ne è autorizzato l'uso in pazienti con 25 anni o più che abbiano una grave condizione di retinite pigmentosa, con scarsa o assente percezione della luce e integrità funzionale dello strato retinico interno.

L'Argus II dovrebbe essere disponibile sul mercato statunitense entro la fine dell'anno, secondo un comunicato stampa della stessa Second Sight.

Il dispositivo ha ottenuto il marchio CE in Europa nel 2011 ed ha ricevuto una pre-approvazione unanime dall'Ophthalmic Devices Advisory Panel dell'FDA nel settembre 2012