La febbre senza alcuna apparente causa è comune nei bambini; piuttusto rare invece le cause batteriche gravi responsabili di questa febbre.

Negli ultimi anni c’è stato un progressivo e sempre più frequente utilizzo degli antibiotici in età pediatrica; diversi studi hanno mostrato come non sempre questo utilizzo abbia un razionale e quindi sia giustificato.

Tipico è il caso del bambino con febbre senza apparente causa; bisogna sempre iniziare una copertura antibiotica? Assolutamente no! E vediamo perché…….

Un recentissimo studio pubblicato nel mese di dicembre 2012 sulla più prestigiosa rivista pediatrica ha arruolato un campione di bambini di età compresa fra 2 e 36 mesi di vita con temperatura corporea maggiore o uguale a 38°C (1) senza un’apparente causa, (2) con definita o (3) probabile infezione batterica. Tutti i bambini sono stati sottoposti a prelievo ematico e tampone nasofaringeo per esami infettivologici.

I risultati dello studio hanno evidenziato un’ agente virale nel 76% dei bambini con febbre senza apparente causa; nel 40% dei bambini con una definita o probabile infezione batterica.

I virus più isolati sono stati l’Adenovirus, Herpesvirus 6 e l’Enterovirus.

Il 51% dei bambini con febbre in cui è stata successivamente dimostrata un’eziologia virale, è stato trattato con terapia antibiotica.

Conclusioni:

Buona parte degli episodi febbrili che si osservano nel bambino e non sono riconducibili ad una causa specifica è provocata da infezioni virali; in questi casi non va somministrato alcun antibiotico!

Pertanto l’osservazione suggerisce di pensarci due volte prima di prescrivere un’antibiotico e di utilizzare eventualmente i risparmi per una diagnostica virale più accurata!