Non c’è nessuna associazione tra autismo e vaccino trivalente, quello contro morbillo, rosolia e parotite. Lo ha certificato uno studio su quasi 100 mila bambini in Virginia, pubblicato dalla rivista JAMA.

Lo studio molto ampio è stato condotto su 95mila bambini seguiti per almeno cinque anni tra il 2002 e il 2012, il 2% dei quali con un fratello già colpito da autismo, una condizione che aumenta il rischio fino a 8 volte.

L’AVER RICEVUTO UNO O PIU’ DOSI DEL VACCINO TRIVALENTE PER MORBILLO ROSOLIA E PAROTITE NON SI ASSOCIA AD ALCUN AUMENTO DEL RISCHIO DI AUTISMO, neanche tra bambini che hanno un fratello maggiore con la malattia.

La ricerca ha anche confermato che il fatto di avere già un bimbo con disordini dello spettro autistico rende comunque i genitori più sospettosi nei confronti dei vaccini.

L’articolo su JAMA, importante per numero di pazienti aggiunge solo ulteriori prove a ciò che è già chiarito con certezza scientifica. Nel corso della Giornata Mondiale sull’Autismo tenutasi poche settimane fa è stato dato per acclarato che l’autismo è geneticamente determinato.

 

Fonte:

Bryan H. King, MD, MBA Department of Psychiatry and Behavioral Sciences, University of Washington, Seattle, Seattle Children’s Hospital, Seattle, Washington - JAMA. 2015;313(15):1518-1519. doi:10.1001/jama.2015.2628