Durante la gravidanza il fumo di sigaretta può determinare molteplici danni al nascituro.

Recenti studi hanno dimostrato in particolare, una riduzione della crescita della testa del bambino e contestualmente una riduzione dello sviluppo cerebrale. Queste anomalie si ripercuotono negli anni a seguire sulle funzioni neurologiche.

Lo studio in questione ha confrontato i bambini esposti al fumo e i bambini non esposti.

Le alterazioni neurologiche sono state documentate con esami specifici quali la risonanza magnetica funzionale.

 

Fonte:

Ekblad M, Korkella J., Lehtonen L., "Smoking during pregnancy affects foetal brain development
Acta Paediatr 2015;104