Per raggiungere e mantenere un alto numero di amici è necessario essere dotati di un set di abilità cognitive che i ricercatori descrivono come capacità di mentalizzazione o di “lettura della mente”: ossia la capacità di comprendere cosa sta pensando il tuo interlocutore; capacità essenziale per districarsi nel nostro complesso mondo sociale, insieme alla capacità di intraprendere conversazioni interessanti per chi ci ascolta.

Le capacità di mentalizzazione sono tanto più sviluppate quanto maggiore è lo sviluppo della zona di corteccia cerebrale situata immediatamente al di sopra degli occhi e nota come corteccia prefrontale orbitale. E’ qui che prendono forma la maggior parte delle abilità cognitive umane, comprese quelle che mettono in condizione di sviluppare la propria rete di amicizie o social network.

In un recente studio, sono stati esaminati 40 studenti universitari attraverso tests psicologici e Risonanza Mangnetica Funzionale (fMRI), mettendo in correlazione la loro attività sociale e relazionale con le abilità cognitive di “lettura della mente” e con il funzionamento della corteccia prefrontale orbitale. Il risultato dello studio, secondo gli autori, conferma che il numero di amici di una persona è tanto più alto quanto maggiori sono le capacità cognitive correlate alla mentalizzazione e che queste ultime sono tanto più sviluppate quanto più sviluppata è la corteccia prefrontale orbitale.

In definitiva, gli autori dello studio sostengono che maggiore è la capacità di “leggere” cosa stanno pensando o provando gli altri, e maggiore è la capacità di sviluppare un più largo social network relazionale.

 

Fonte: J. Powell, P. A. Lewis, N. Roberts, M. Garcia-Finana, R. I. M. Dunbar. Orbital prefrontal cortex volume predicts social network size: an imaging study of individual differences in humans. Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences, 2012; DOI: 10.1098/rspb.2011.2574