‘Lasciate che gli anziani possano avere rapporti sessuali nelle case di riposo’, è l’appello dei quattro accademici del Centro australiano per la cura agli anziani (www.corriereuniv.it).

Effettuo frequentemente consulenze in Case di riposo inerenti alla sessualità degli anziani lì residenti. Sì, molti anziani e anziane anche in tarda età presentano un desiderio sessuale del tutto normale e, nell’uomo, una funzione erettile piuttosto integra. D’altra parte la sessualità è una dimensione presente nella persona dall’inizio alla fine della vita e sono unicamente gli stereotipi a farla ritenere sporca, indecente, inadeguata all’età anziana (ma prima di Freud non si pensava la stessa cosa anche dell’infanzia?).

Nell’età anziana la sessualità è in relazione soprattutto a come la si è vissuta da adulti. Per l’anziano mentalmente presente, il problema risiede nella mancanza di possibilità di realizzare gesti sessuali tra residenti (rapporti, masturbazione reciproca a due, ecc.) sia per l’assenza di spazi di privacy legittimati dall’istituzione, sia per il giudizio negativo degli operatori. Tuttavia su questo secondo aspetto si è in grado di agire in modo efficace attaverso la formazione.

Avanzando l’età aumenta però anche la possibilità di patologie degenerative del cervello, con conseguenze sulla sessualità. Un caso tipico è l’Alzheimer che, comportando la perdita delle inibizioni sociali, può produrre comportamenti sessuali di profferte, denudamento, masturbazione in presenza di terzi. In questo caso gli operatori sono preparati: trattandosi di malattia non interviene il giudizio di condanna.
I figli, le figlie invece dimostrano tutto la loro disappunto per il comportamento del proprio genitore, soprattutto se si tratta della madre. Il sostegno dello psicologo della Casa può fare molto.

Ci sono elementi certi per affermare che anche il demente può gradire gesti non solo affettivi, bensì francamente sessuali; come del resto è in grado di opporvisi quando non graditi; come si oppone con graffi, sputi e altri segnali non verbali a tutte le manovre sgradite. 

 

Riferimenti: