Sembra di sì, secondo quanto sostengno i ricercatori svedesi della Aalto University, che hanno scoperto che le diverse emozioni innescherebbero sensazioni corporee mappabili topograficamente su base biologica.

Ecco (immagine sopra) la mappa a colori che mostra le diverse "attivazioni" corporee relative a rabbia, paura, disgusto, felicità, tristezza, sorpresa, ansia, amore, depressione, disprezzo, orgoglio, vergogna, invidia, confrontate con la situazione "neutra" rappresentata dall'omino più scuro (il "Neutral" nell'angolo alto di destra).

"Le emozioni non modificano soltanto i nostri stati mentali, ma anche i nostri stati corporei e sarebbe la consapevolezza dei corrispondenti stati corporei a dar luogo alle sensazioni emotive coscienti", dice Lauri Nummenmaa, autore principale dello studio pubblicato recentemente su Proceedings of The National Academy of Sciences (Pnas).

La ricerca, finanziata dall'European Research Council (ERC), dalla Academy of Finland e dalla Aalto University nel contesto del pogetto aivoAALTO, è stata condotta su 700 persone residenti in Finlandia, Svezia e Taiwan.

Reference:

L. Nummenmaa, E. Glerean, R. Hari, J. K. Hietanen. Bodily maps of emotions. Proceedings of the National Academy of Sciences, 2013; DOI: 10.1073/pnas.1321664111