Impadronirsi del cellulare altrui, soprattutto quello dell'ex compagna per "perquisire" il contenuto degli sms a caccia di prove di tradimento fa scattare - come ha stabilito ieri la Cassazione - la condanna per rapina perchè violare la riservatezza del telefonino danneggia o comunque incide sulla sfera di libertà del legittimo proprietario e costituisce un "ingiusto profitto" di tipo "morale".

 

Sulla base di queste riflessioni, il fraudolento coniuge, è stato condannato a ben due anni e due mesi di reclusione.

La Cassazione, inoltre, insiste nel rilevare che "la libertà di autodeterminazione nella sfera sessuale comporta la libertà di intraprendere relazioni sentimentali e di porvi termine", e nessuno può avanzare "la pretesa" di "perquisire" i cellulari altrui per cercare 'prove di nuove o preesistenti relazioni.

Fonte: ansa

 

Qualche riflessione clinica

Amanti di penna, Amanti virtuali, altri reali, sono spesso compagni silenti di vita.

Il tradimento, soprattutto oggi, sembra appartenere sempre di più alla dimensione matrimoniale, facendo aumentare il tasso di separazioni, di abbandoni, di nuove unioni - ed a quanto pare - di perquisizioni e di condanne! 

  • Quanti uomini o donne si accompagnano ad "amori altri" per sentirsi compresi e completi?
  • Quante coppie sono davvero felici e longeve?
  • E quante altre rimangono insieme per il tanto abusato amore dei figli?
  • Quante coppie stanno insieme senza amore e non hanno il coraggio di cambiare?
  • Quante altre si amano e non hanno il coraggio di rischiare?

 

Sempre in viaggio eppure sempre così lontani dall'Amore...

Le storie d'amore fra anime complici però, non sempre coincidono con la fede al dito, con una casa da condividere e con figli da crescere.

Capita spesso che molte persone ci consultino - in studio e spessissimo online su Medicitalia - e decidano di effettuare un percorso psicologico a seguito di un tradimento, subito o agito, poiché solitamente ne segue una crisi personale importante e di conseguenza una coniugale (o viceversa).

I rapporti extraconiugali, la maggior parte delle volte, sono legami che non sono candidati ad essere longevi e spesso sembrano non avere prospettive di vita futura; questa assenza di speranza, è un elemento che amplifica il disagio esistenziale e di coppia.

 

Tradimento ed effetti collaterali

La maggior parte dei tradimenti hanno le gambe corte, esattamente come le bugie, vengono infatti, prima o poi, scoperti (circa l'80:) , nel 70% dei casi le coppie ufficiali sopravvivono alla crisi coniugale e non si separano, a causa della dipendenza affettiva e dell'amore/senso di colpa nei confronti dei figli. (De Bac, 2006).

Cardiopalmo, sudorazione, desiderio sessuale importante e tante altre sfumature emozionali, caratterizzano gli amori che spesso nascono e vivono fuori dal confine geografico del matrimonio.

 

  • Ma siamo certi che facendo transitare questi amori dalla proibizione alla quotidianità - tra infinite incombenze, cose concrete da fare e figli da accudire - la magia e l'alchimia possano davvero sopravvivere all'usura del tempo e del quotidiano?
  • Quanti partners innamorati - gli amanti - resistono a lungo senza una rotta precisa?
  • Per quanto tempo è possibile navigare a vista?
  • E l'efferata gelosia, come si può coniugare con la dimensione dell'amore?
  • Un amore senza "futuro" e senza un segreto progetto, può andare lontano? 

L’altro volto di questi amori è senza dubbio la solitudine.

Solitudine tanto dolorosa quanto frequente ed insopportabile, un dolore di fondo che accompagna ogni scelta o non scelta di vita, fino a far vivere all'innamorato/a un pericoloso scollamento dalla realtà in cui vive

  • Corpo in casa e cuore altrove?
  • Rassicuranti abitudini domestiche ed eros passionale ed empatia emozionale fuori casa?
  • Questa alchemica scissione sarà un valore aggiunto alla vita dei partners o, alla lunga, depauperà di energie psichiche?

 

Dinamiche degli amori altri

"Vivere la distanza" non è certo tra le esperienze più semplici ed indolore che ci siano, anche se in realtà ci sono coppie che vinono sotto lo stesso tetto e distanti di cuore, altre invece vicine di cuore e di mente e distanti geograficamente.

Perché il tradimento?

La scelta del partner non è sempre un percorso lineare e soprattutto cosciente e quello che un coniuge desidera in età giovanile non sempre lo desidererà crescendo.

Nel sotterraneo gioco tra innamoramento ed amore, uomini e donne, non sempre sono consci di chi e di cosa si innamorano, durante la scelte del partner.

L’innamoramento è un processo caratterizzato da proiezioni di parti proprie sull’altro, ed è difficile discriminare se l’attrazione parte dall’aspetto emotivo, caratteriale, estetico, o in realtà, le leve mosse dall’inconscio sono ben altre.

Cosa si cerca nellaltro, affinché possa diventare un compagno di vita?

Sembrerà strano, ma si cercano parti di se proiettate sull’altro; la propria parte maschile, se trattasi della scelta di una compagna oppure, la propria parte femminile, se si sceglie un compagno.

Quando durante gli eventi della vita, le scelte del partner avvengono con modalità affrettate o mosse da elementi non sempre chiari ai protagonisti - come per esempio le prime unioni - si ravvisano buone possibilità di crisi coniugale o - nella peggiore delle ipotesi - di rotture e di reiterati tradimenti.

Talvolta, dalle segrete confessioni dei nostri pazienti, ci rendiamo conto di come i partners che si erano scelti, forse, per sanare i bisogni infantili, si ritrovano un partner dall'estraneo sapore, e talvolta, perfettamente sconosciuto.

Alla luce di quanto detto, molti partners instaurano "legami paralleli" di tipo consolatorio e compensatorio, di relazioni primarie non appaganti e pienamente soddisfacenti.

Lamante, rappresenta un rifugio dal quotidiano, regala emozioni e fantasie, facilita processi proiettivi, nutre il desiderio sessuale e l'autostima.

In realtà però nessuno dei tre - o dei quattro - alla lunga è presente a sé stesso e nessuno è in grado di rimanere da solo e di fare i conti con la propria incapacità di bastare a se stesso.

 

Conclusioni

Si può “tradire, senza tradire”, come diceva il Professore Aldo Carotenuto, cioè non assolvere più al patto iniziale, in nome di una fedeltà più profonda e più alta: quella nei confronti di se stessi!

Nel caso di una coppia, è sempre utile far luce, e soprattutto chiarezza, prima di possibili "agiti sotto le lenzuola", ma non è sempre facile o lineare la comprensione delle dinamiche che spingono ad un tradimento ed all’incontro con parti forse mai nate dell’attore protagonista.

Dopo una maratona di estenuanti bugie, la scoperta dell’infedeltà del coniuge e la successiva catartica confessione, sono tappe dolorose e profondamente destabilizzanti per psiche, soma e coppia.

La psiche, con il suo linguaggio simbolico e carico di immagini, ci insegna poi a vivere ogni “morte” o lutto, come una crescita ed una vera opportunità, un rito di passaggio che condurrà a nuove forme di esistenza e di esperienza.

Anche il tradimento ed il lutto conseguentemente vissuto può avere una funzione trasformativa, se adeguatamente conosciuto, investigato ed elaborato in termini di vissuto.

Aggiungo questa lettura:
http://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2231-amo-uomo-sposato-lascia-moglie.html

 

BIBLIOGRAFIA:

  • Aldo Carotenuto (2000), Amare tradire, Bompiani Editore
  • De Bac Margherita (2006), Fedeli solo tre coppie su dieci, ED mondadori
  • Gemma Gaetani (2010). Elogio al tradimento, Vallecchi sezione avamposti
  • Scabini E., Cigoli V., 2000 Il famigliare: legami simboli e transizioni, Raffaello Cortina Editore, Milano.
  • W: Pasini: "I Nuovi comportamenti amorosi, coppia e trasgressione " Mondadori 2007
  • Francescato D., 1992, Quando l'amore finisce, Il Mulino, Bologna.
  • Kaplan “Dare un senso al sesso” Feltrinelli 1982
  • Klein “Amore, odio e riparazione” Astrolabio 1969
  • Valeria Randone "Sex and the sicily" 2012 Novacento Editore