Cari insonni, non temete, ora è arrivata la soluzione che fa per voi. Mai più fastidiosi rotolamenti tra le lenzuola, sperando che il sonno arrivi in fretta, altrimenti domani al lavoro...

E dimenticatevi pure quelle fastidiose mattine in cui aprite gli occhi due ore prima della sveglia. La soluzione? E' semplicissima: correte. E fate giardinaggio. insonnia

La corsa migliora il sonno?

Si, la corsa (così come altre attività di tipo aerobico) migliora la qualità del sonno, oltre a portare altri benefici sia fisici che psicologici. Da anni ce lo dicono i ricercatori. Una conferma ulteriore è arrivata durante il 29° Meeting della Associated Professional Sleep Societies LLC, SLEEP 2015, svoltosi il 10 giugno a Seattle. Gli studiosi del Center for Sleep and Circadian Neurobiology della University of Pennsylvania hanno esaminato i dati relativi ad attività fisica e qualità del sonno di quasi 430.000 adulti: non un campione irrilevante.

Lo studio

Alle persone intervistate è stato chiesto come hanno trascorso la maggior parte del tempo durante il mese precedente, e soprattutto quale tipo di attività fisica (se presente) è stata fatta e per quanto tempo. Altre domande riguardavano la quantità e la qualità del sonno.

I risultati non lasciano spazio ai dubbi: rispetto a chi non ha fatto alcun tipo di attività fisica durante il mese precedente, tutte le altre attività (escluso far pulizia a casa e gestire i bambini) sono associate ad una minore probabilità di incorrere in problemi del sonno.

sport e sonnoInoltre, le attività di tipo aerobico come la corsa, il ciclismo, il golf, la ginnastica, addirittura il giardinaggio garantiscono una migliore qualità del sonno. E non è tutto: gli effetti positivi sulla qualità del sonno sono migliori in chi esegue attività aerobiche rispetto a chi si limita al solo walking (che comunque, è bene ricordarlo, rimane sempre un'attività importante nella regolazione del ritmo sonno-veglia). Per il resto, casalinghe e mamme purtroppo dormono peggio.

Facciamo attenzione al sonno

La qualità del sonno può essere scadente a causa di una molteplicità di fattori, che andrebbero attentamente valutati dal Medico. Per cui, come sempre, niente diagnosi fai-da-te. Ricordiamo inoltre che ottimi livelli di salute sono associati ad un certo numero di ore di sonno: riuscire a dormire almeno 7 ore a notte sarebbe una buona pratica quotidiana. Fate un piccolo sforzo: spegnete la luce, la tv, e il cellulare e andare a dormire. La qualità del sonno dipende anche dalla nostra forza di volontà. Per il resto, tutti a comprare le scarpe da running. E qualche piantina di pomodoro.

FONTE: Penn Medicine