La voglia di baciarti in qualsiasi situazione, in qualsiasi posto, in mezzo a qualsiasi folla, a metà di qualsiasi discorso, davanti a qualsiasi persona, a qualsiasi ora.
È estenuante.
Sfiancante.
Mi divora.
Ti prego, fa’ che non mi passi mai"
Antigone

 Si festeggiano ormai tante date, da quelle più dolorose come il femminicidio - il 25 novembre - a quelle più ludiche, come la giornata mondiale dell'orgasmo - il 21 dicembre - fino ad arrivare alla giornata mondiale del bacio.

Per l'appunto oggi.

Una domanda che amo inserire nella mia anamnesi psico/sessualogica è quella relativa al bacio.
Quando chiedo alle coppie se si baciano ancora, rispondono senza battere ciglio: “no, da tempo”.

Nessuno si bacia più.
Tutti si sono trasferiti online, nelle chat più popolari o più riservate per giocare, chattare, nutrire il proprio narcisismo – tra foto audaci ed ammiccanti, cuori e fiori, sempre finti ovviamente - ma l’abc dell’intimità, per l’appunto il bacio, sembra essere deceduto da un po’.

L'estinzione del bacio nella vita delle coppie, più o meno longeve, sembra essere davvero il suo triste destino.

Il bacio però, ha un'importanza davvero centrale e dovrebbe vivere di vita propria, senza essere semplicemente il precursore dell'imminente sessualità.

Quando viene a mancare, per noncuranza, per fretta o per la poca voglia di sentire il calore ed il sapore delle labbra del partner, è sempre il primo semaforo rosso davanti al quale fermarsi prima per non schiantarsi dopo.

 

Bacio e coppia
La coppia, prima o poi, si ammala di noia e di pigrizia ed il bacio latita.
L'iter è, solitamente, sempre lo stesso: mancanza di cure e di attenzioni, mancanza di dialogo empatico e circolare, mancanza del bacio, calo del desiderio ed appaiono i primi amanti, meteore passeggere o stabilmente presenti per manutenzionare matrimoni traballanti e stanchi.
La mancanza d'intimità è la strada più rapida per andare in contro ad un deserto emotivo, dalla temperatura gelida, dove la sessualità si congela, spesso preludio ad un inverno dei sentimenti.

Cadono le prime foglie, seguono i silenzi protratti, la solitudine prende il posto dell'empatia, il livore del rispetto e la coppia in men che non si dica, si ritroverà a dover affrontare nel migliore dei casi un tradimento, nel peggiore l'abbandono.

 

Bacio ed adolescenti

I ragazzi di oggi hanno sostituito l'alchimia del bacio con le chat, con i faccini che inviano baci al loro posto, enfatizzati da cuori lampeggianti e labbra ben truccate, ma appartenenti a whatsapp.

Molti ragazzini si approcciano alla sessualità senza gradualità, senza sentimento e senza coinvolgimento, il motore diventa la curiosità e la fretta per omologarsi al gruppo.

Sembrano avere una data di scadenza!

Questa fretta li porta a non assaporare nulla, nemmeno il bacio con le sue mille sfumature e capacità predittive.

 

Il bacio è sempre un biglietto da visita di quell'Amore.

È il segno prodromico dell'intimità.

È il sapore di quello che verrà.

Il calore con cui quell'Amore sarà capace di avvolgerci.

È la passione che lo seguirà.

Ma è anche la fretta o la sgradevole sensazione di estraneità, se non dovesse essere di nostro gradimento.

  • Quanti ragazzi ed adulti si ascoltano ancora?

Il bacio dovrebbe essere sempre valorizzato, promosso in prima serata ed anche riproposto e vissuto più volte durante la giornata, rubato, fortemente voluto, per mantenere in vita il legame oltre l'usura del tempo e la distanza dall'altro.