L'assunzione di alimenti ricchi in antiossidanti, in particolare di polifenoli, è associata ad una migliore performance cognitiva nei soggetti anziani.

In particolare, nello studio spagnolo pubblicato recentemente su Journal of Alzheimer's Disese , condotto su 477 persone, sono state rilevate associazioni positive  tra consumo di olio di oliva con memoria a breve termine; consumo di olio di oliva vergine e caffè con memoria a lungo termine; consumo di di noci e memoria di lavoro (working memory); consumo di vino e punteggio al test di Folstein (Mini-Mental state examination), un test utilizzato per la valutazione del deficit cognitivo nella demenza.

Il risultato di questo studio rafforza la convinzione che i componenti della dieta mediterranea potrebbero contrastare il declino cognitivo correlato all'età.

Valls-Pedret C. et al., J. Alzheimers Dis. 2012 Feb 20.