I risultati di studi epidemiologici sulla associazione tra consumo di uova ed il rischio di cancro alla vescica restano contrastanti. Gli Autori dello studio in oggetto hanno condotto una meta-analisi per chiarire la potenziale associazione tra consumo di uova ed il rischio di cancro alla vescica.

Dallo studio caso-controllo e dose-risposta sono stati individuati 2.715 soggetti affetti da cancro alla vescica che assumevano assiduamente uova preparate in vario modo su 184.727 partecipanti. Nel complesso non è stata osservata alcuna associazione significativa tra consumo di uova ed il cancro della vescica.

Tuttavia, l'aumento del rischio di cancro alla vescica è stato correlato positivamente, nella popolazione Americana presa in considerazione, con l'assunzione di uova fritte, tale correlazione era dose dipendente, cioè maggiore era il numero di uova fritte assunte durante la settimana, maggiore era il rischio.

Ulteriori studi, soprattutto su una più ampia popolazione sono necessari per confermare questi risultati associato anche ad una attenta analisi sul tipo di olio usato (extravergine di oliva, olio di semi, olio di sansa ecc.).

 

Considerazioni personali

Questi dati, se pur approssimativi, confermano quello che il medico in maniera aneddotica ha sempre affermato: limitare o eliminare i cibi fritti per una corretta e sana alimentazione.

Guarda caso lo studio è stato eseguito da un gruppo di medici Cinesi la cui cucina è a base di fritture.

 

Sorgente:

Nutr Cancer. 2013;65(4):538-46. doi: 10.1080/01635581.2013.770041. Egg consumption and risk of bladder cancer: a meta-analysis. Li F, Zhou Y, Hu RT, Hou LN, Du YJ, Zhang XJ, Olkkonen VM, Tan WL. a Department of Urology, Nanfang Hospital , Southern Medical University , Guangzhou , Guangdong , P.R. China.