Kumar e coll. hanno pubblicato recentemente sul Journal of Endourology uno studio prospettico randomizzato per valutare efficacia e sicurezza della resezione prostatica con resettore monopolare, resettore bipolare e vaporizzazione foto selettiva con Green-light Laser.

Lo studio, condotto su 186 pazienti affetti da ipertrofia prostatica benigna, ha dimostrato che nel gruppo trattato con il Green-light laser la durata della degenza, l’irrigazione post-operatoria e la durata della cateterizzazione è statisticamente inferiore rispetto agli altri due gruppi. Anche la riduzione della concentrazione emoglobinica è risultata significativamente inferiore. La necessità di trasfusioni e interventi per espulsione di coaguli è risultata significativamente inferiore nel gruppo trattato con il Green-light laser.

Per quanto riguarda i parametri funzionali, cioè flusso urinario massimo, miglioramento dei sintomi e della qualità di vita non vi sono differenze significative tra i 3 gruppi.

Gli autori concludono che l’efficacia dei 3 sistemi è sovrapponibile, ma il Green-light laser ha dimostrato una maggiore sicurezza in termini di ridotte perdite ematiche, e di ridotta cateterizazione postoperatoria. Anche nella mia personale esperienza il Green-light laser XPS 180w ha dimostrato una notevole efficacia permettendo la dimissione già il giorno successivo all’intervento, con una più rapida ripresa delle abituali attività per il paziente.

 

Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23746047